Invecchiamento sostenibile dei lavoratori negli ambienti di lavoro: webinar Uniud-Inail venerdì 30 ottobre

Come e quanto il fenomeno biologico dell’invecchiamento incide sull’efficienza psicofisica delle persone ancora professionalmente attive? L’argomento sarà analizzato e discusso nel corso del webinar Salute, attività fisica e invecchiamento attivo nei luoghi di lavoro, che chiude per il 2020 il ciclo di webinar dedicati a “Il lavoro sostenibile: invecchiare in buona salute fin dall’inizio dell’attività lavorativa, organizzato da Università di Udine e Istituto nazionale Assicurazione Infortuni sul Lavoro (Inail). Nel corso dell’incontro, in programma venerdì 30 ottobre dalle 16 alle 18, attraverso opinioni ed esperienze, sarà approfondita la conoscenza di problematiche e rischi a cui possono andare incontro persone anziane, ma ancora abili al lavoro, con l’obiettivo finale di promuovere un percorso di invecchiamento sostenibile che salvaguardi e tuteli la sicurezza della loro presenza attiva negli ambienti lavorativi.

Il webinar sarà accessibile sulla piattaforma Microsof Teams, al linkhttps://teams.microsoft.com/l/meetup-join/19%3ameeting_ZGI0ZGM5MzgtYmU5My00OWEyLWFjMWYtNjFlYTE2NjgyNGNk%40thread.v2/0?context=%7b%22Tid%22%3a%226e6ade15-296c-4224-ac58-1c8ec2fd53a8%22%2c%22Oid%22%3a%22f3c31379-4861-4d59-9cdb-4b18d27fd842%22%7d

L’incontro sarà introdotto e moderato da Alessandro Cavarape, direttore della Scuola di specializzazione di Geriatria dell’Università di Udine, che interverrà con una relazione sui molteplici benefici dell’attività fisica nell’adulto e nell’anziano, alla luce delle evidenze scientifiche, sia nel mantenimento di una buona efficienza psicofisica che nella prevenzione delle malattie correlate all’invecchiamento. Quindi, la relazione di Andrea Lorusso, dell’Azienda Unità Locale Socio-Sanitaria n.3 di Venezia, inquadrerà le problematiche cliniche e socioassistenziali dell’anziano ancora abile al lavoro.

Seguiranno tre relazioni che riporteranno osservazioni sul campo e strategie di intervento. Stefano Lazzer, delegato per lo Sport dell’Università di Udine, tratterà della fisiopatologia del muscolo nell’anziano e indicherà le strategie volte a limitare gli effetti della perdita di massa muscolare tipica di questa classe di età. Concetta Sarto, della sede Inail di Trieste, illustrerà dati che rivelano come l’invecchiamento incida sulla frequenza degli infortuni su lavoro e sulle tecnopatie. Concluderà Marco Bergamin, dell’Università di Padova, che illustrerà gli esiti di un programma di attività motorie nella prevenzione dei disturbi muscoloscheletrici in un gruppo di lavoratori a rischio di affezioni osteoarticolari al rachide e agli arti superiori.