Itaca in Spagna con Free to Choose per superare gli stereotipi di genere

Una intensa full immersion di una giornata, organizzata dalla Facoltà di Sociologia dell’Università di Valencia, per i dieci partner del progetto europeo Free to Choose rivolto al superamento degli stereotipi di genere tra ragazze e ragazzi. L’appuntamento, previsto martedì 4 luglio dalle 9 alle 19 nella sede dell’Università valenciana, sarà dedicato alla formazione in vista della ricerca sociologica legata al progetto - guidato dalla Cooperativa sociale Itaca come ente capofila - che si rivolge a ragazze e ragazzi di 16-29 anni e mira al superamento degli stereotipi di genere nell’educazione, formazione e nei luoghi di lavoro. Tra i partner anche Regione Friuli Venezia Giulia, Ires Fvg, Unimore e gli sloveni Mcbit e Nefiks.
Alla giornata formativa in terra spagnola, destinata principalmente agli intervistatori che si occuperanno della ricerca sociologica guidata dall’Università di Valencia, parteciperanno rappresentanti di tutti i Paesi partner coinvolti in Free to Choose che studieranno gli stereotipi di genere dei gruppi target, la popolazione giovanile e gli adulti con un ruolo chiave nell’educazione, orientamento e formazione. Nello specifico, la ricerca sociologica evidenzierà in ogni Paese partner gli stereotipi di genere che influiscono sulla scelta di ragazze e ragazzi principalmente nel passaggio dalla scuola superiore al mondo lavorativo o universitario.
Free to Choose rientra nel Programma Justice della Commissione Europea, che mira a promuovere progetti transnazionali per le buone pratiche e il superamento degli stereotipi di genere nell’educazione, formazione e nei luoghi di lavoro. Guidato dalla Cooperativa sociale Itaca come ente capofila, FtC coinvolge una decina di organizzazioni di cinque Paesi europei, un partenariato ricchissimo e molto motivato che comprende Regione Friuli Venezia Giulia Assessorato al Lavoro, Istruzione, Politiche giovanili e Pari opportunità, Ires Fvg, Università di Modena e Reggio Emilia (Unimore) per l’Italia, e poi Mcbit e Nefiks (Slovenia), Opciònate e Università di Valencia (Spagna), Apload (Portogallo) e Mediterranean Institute for Gender Studies MIGS (Cipro).
In vista della formazione del 4 luglio, l’Università di Valencia, in stretta collaborazione con Ires Fvg, ha iniziato a lavorare nei mesi scorsi all’impostazione della Operational Map, la ricerca sociologica che verterà sulla raccolta e successiva analisi dei dati ricavati a livello nazionale e regionale. La ricerca, che si focalizzerà sul divario di genere riguardante ragazze e ragazzi presente sia nel sistema educativo sia nel mercato del lavoro - e verrà realizzata in Italia, Slovenia, Spagna, Portogallo e Cipro -, evidenzierà in ogni Paese partner gli stereotipi di genere che influiscono sulla scelta di ragazze e ragazzi principalmente nel passaggio dalla scuola superiore al mondo lavorativo o universitario.
Free to Choose è uno degli 8 progetti selezionati dalla Commissione Europea (su 116 pervenuti) all’interno del bando Justice e si propone di sviluppare e sperimentare strumenti di orientamento scolastico e professionale che superino in maniera innovativa gli stereotipi di genere che ancora condizionano ragazze e ragazzi nella scelta del percorso formativo e nella costruzione di quello lavorativo.

Potrebbero interessarti anche...