Joe Biden è il 46° presidente Usa ma Trump non se ne fa una ragione

Joe Biden è il 46esimo presidente degli Stati Uniti d'America. La lunga attesa è dunque finita, gli Stati Uniti hanno un nuovo Commander in chief. Biden torna alla Casa Bianca dove per otto anni è stato il braccio destro di Barack Obama. "America, sono onorato che tu abbia scelto me per guidare il nostro grande Paese, queste le prime parole del neopresidente dopo che la notizia della vittoria in Pennsylvania era stata diffusa dai media. "Dopo la vittoria della Pennsylvania- hanno detto le tv Cnn in testa- Biden ha oltre 270 voti dei Grandi elettori. In particolare, secondo i conteggi di Ap maggiore agenzia di stampa Usa che da sempre annuncia l'elezione dei nuovi ospiti della Casa Bianca, il candidato dem si è aggiudicato lo Stato della Pennsylvania con un vantaggio di 34.243 voti su Donald Trump. Ad aumentare, poi, il margine di vittoria di Biden è arrivata la notizia che anche in Nevada il risultato sorrideva a Biden. Grazie a quei voti il presidente tocca i 290 Grandi elettori e se dovesse aggiudicarsi anche la Georgia potrebbe salire a 306. Biden ha subito parlato da presidente spiegando agli americani che "il lavoro che ci attende sarà duro, ma vi prometto questo: sarò un presidente per tutti gli americani, indipendentemente dal fatto che abbiate votato per me o no. Manterrò la fede che avete riposto in me". Questo il suo primo tweet da presidente eletto di tono decisamente diverso da quelli cui Trump aveva abituato il mondo. Biden ha invitato "ora che la campagna è finita, a mettere da parte la rabbia e la retorica aspra alle nostre spalle e unirci come nazione". In una nota, si è detto "onorato dalla fiducia che il popolo americano ha riposto in me e nella vicepresidente eletta Kamala Harris". "Di fronte a ostacoli senza precedenti, un numero record di americani ha votato, provando una volta di più che la democrazia batte nel profondo del cuore dell'America", ha aggiunto Biden. Lui e la sua vice, Kamala Harris, sono il ticket alla presidenza che ha incassato più voti nella storia americana. Mentre lo scrutinio è ancora in corso, hanno ottenuto già quasi 75 milioni di voti. Ed una Kamala Harris euforica, occhiali da sole e tuta Nike, ha telefonato a Joe Biden gioindo insieme al neo-eletto presidente per la loro vittoria. Un video di pochi secondi ha immortalato la senatrice, che diventerà il primo vice presidente donna del Paese (oltre che la prima persona di colore a ricoprire questa carica) mentre parlava con Biden. "Ce l'abbiamo fatto, ce l'abbiamo fatta Joe. Sarai il prossimo presidente degli Stati Uniti", dice la Harris al telefono cellulare, prima di abbandonarsi a una liberatoria risata. Intanto Cnn ha fatto sapere, inoltre, che i democratici mantengono il controllo della Camera. Secondo le proiezioni dell'emittente americana, hanno ottenuto 211 deputati, mentre i repubblicani ne ottengono 197. La partita al Senato, invece, resta ancora aperta. All'annuncio della vittoria di Biden, a Washington Dc sono cominciati i cortei di auto con i clacson spiegati attorno a Pennsylvania Avenue, la strada dove si trova la Casa Bianca. Trump che nel frattempo è andato a giocare a golf ha fatto sapere che per lui l'unico presidente legittimo è solo Donald Trum: "Biden si affretta, ma non è ancora finita" Insomma il presidente americano (uscente) non riconosce la sconfitta. "Biden corre a dichiarare falsamente la vittoria, ma le elezioni non sono ancora finite", ha sottolineato in una nota. Le prime immagini del tycoon, mandate in onda dalla Cbs, lo hanno mostrato mentre giocava a golf in un campo della Virginia. Lì, con il suo cappellino MAGA (Make America Great Again) si trovava al momento dell'annuncio della vittoria di Biden. Da lunedì ha spigato Trump sarà battaglia in tribunale "Tutti sappiamo perché Joe Biden ha fretta di mostrarsi come il vincitore e perché i media suoi alleati stanno tentando così fortemente di aiutarlo: non vogliono che la verità emerga. La semplice realtà è che questa elezione è tutt'altro che chiusa". "A partire da lunedì la nostra campagna comincerà a portare avanti in tribunale il caso per garantire che le leggi elettorali siano totalmente rispettate e il vincitore vero sia insediato" ha sottolineato, prima di fare ritorno alla Casa Bianca. In realtà anche i media suoi amici hanno già riconosciuto la vittoria di Biden, ma Trump che lascia un America spaccata. Intanto, da Philadelphia, Rudolph Giuliani, legale del tycoon, ha parlato di brogli senza però mostrare prove reali: "Non mi meraviglia che ci siano stati". Giuliani ha parlato di "una situazione molto preoccupante" in Pennsylvania e in altri Stati dove a suo avviso si sono consumate "frodi elettorali di vario tipo", contro cui i Repubblicani lanceranno azioni legali.