La Polizia locale ma quanto ci costa?

gaetanospataroinfo@friulisera.it
L’istituto della Polizia locale è certamente uno strumento essenziale per garantire la sicurezza dei cittadini e gestire l’ordine pubblico a livello locale, ma quanto costa di fatto? Per rispondere al quesito ci viene incontro il web con un servizio dedicato: openbilanci (www.openbilanci.it), che ci dà la possibilità di vedere la spesa pro capite per la polizia locale dei comuni italiani. Le sorprese non mancano, sia a livello nazionale (92 euro la media) che locale (circa 44 euro la media regionale.
italia.Il tema della sicurezza nelle strade è sempre di attualità, anche ai giorni nostri. Ma quanto spendono le amministrazioni comunali per mantenere un corpo di polizia locale. In termini complessivi,   incluso l’acquisto di beni, come automobili o strutture adeguate per gli uffici, e la manutenzione, si tratta di una cifra in generale  onerosa. Le 15 città più grandi d’Italia nel 2013 hanno speso in media 92 euro a testa per la polizia locale. Il dato risulta in crescita rispetto alla rilevazione dell’anno precedente. A spendere di più nell’ultima anno di rilevazione Roma (163 euro), Milano (145) e Firenze (129). Decisamente più morigerati i comuni che si trovano all’altro capo della classifica: Genova (€68,97), Messina (€62,42) e Verona (€53,61).
Fvg. Riportando l’analisi a livello più locale, in Fvg la forbice tra il comune più spendaccione e quello più risparmioso è più elevata di quanto si pensi: in cima troviamo Lignano Sabbiadoro (Ud) con ben 193,69 euro pro-capite. Spesa in parte giustificabile dall’importanza turistica della città, famosa per le spiagge e sovraffollata nel periodo estivo, molto amata anche dai turisti stranieri. Agli antipodi e in fondo alla classifica, troviamo Tolmezzo, cittadina non proprio marginale della montagna friulana, che con i suoi 35,32 euro di spesa, conferma la proverbiale morigeratezza delle popolazioni carniche. In realtà, nella parte alta della classifica, non mancano comuni montani: Cimolais (Pn) con 124,15 euro, ma anche Tramonti di Sopra (92,07), Erto e Casso (91,29), Savogna (84,48), ecc. A livello di capoluogo di provincia, Udine si posiziona nella parte bassa, tra i comuni più morigerati con 42,83 euro pro-capite. Risalendo la china, seguono Gorizia (47,73 euro ), Pordenone (52,74) e Trieste (73,32).