La scuola mosaicisti del Friuli alla mostra dedicata a Gillo Dorfles

La mostra Il segno rivelatore di Gillo inaugurata alla fine dell’anno scorso a Trieste, alla Biblioteca Statale Stelio Crise (in Largo Papa Giovanni XXIII, 6), è stata prorogata fino al 4 marzo 2020 con un nuovo allestimento (sale espositive del I piano).

Il professor Gillo Dorfles venne a visitare la Scuola Mosaicisti del Friuli nel 2009, aveva 99 anni. Artista, filosofo, critico d’arte, attento e curioso ad ogni forma espressiva dell’uomo, incontrò gli allievi e con loro intrecciò un dialogo fatto di acute analisi e riflessioni.
In mostra a Trieste sono esposte due opere musive realizzate dopo quella speciale giornata, una delle quali da un bozzetto lasciato dal maestro stesso.

Mercoledì 12 febbraio alle ore 17.00, nella Biblioteca Stelio Crise, il direttore della Scuola Mosaicisti del Friuli, Gian Piero Brovedani, ricorderà quell'incontro. Introdotto dal presidente Stefano Lovison, il direttore parlerà dei mosaici presenti nella città di Trieste e delle specificità della Scuola. Seguiranno una visita guidata alla mostra e una degustazione di caffè della Torrefazione Guatemala Caffè di Trieste.

Ricordiamo che la mostra si compone di un centinaio di disegni e grafiche, oltre a documenti, lettere, libri e fotografie che raccontano l’esperienza artistica e professionale di Gillo Dorfles, dagli anni Trenta al 2017. Diversi sono gli eventi collaterali organizzati dalla curatrice della mostra Marianna Accerboni e dall'Associazione Gillo Dorfles.
Gli orari per le visite sono dal lunedì al giovedì dalle ore 9.00 alle 18.30 e il venerdì e il sabato dalle ore 9.00 alle 13.30.

https://biografieonline.it/biografia-gillo-dorfles