Leva obbligatoria: Rojc (PD): “Progetto  centrodestra è anacronistico”. Cedarmas (Mdp/Leu) “Sciocchezza inutile e fuori dal tempo”

“Se il Parlamento nazionale sarà chiamato a discutere la proposta di legge del centrodestra del Friuli Venezia Giulia che vuole reintrodurre il servizio di leva obbligatorio, il Pd sarà nettamente contrario. La proposta avanzata da Forza Italia regionale è anacronistica, superata e inopportuna per la formazione delle nuove generazioni”. Lo afferma la senatrice del Pd Tatjana Rojc, membro della commissione Difesa del Senato, commentando il pdl nazionale che prevede l'istituzione del servizio civile o militare obbligatorio firmato dai consiglieri di Forza Italia Piero Camber e Mara Piccin, presentato in Consiglio regionale. “Stupisce che ad avanzare tale proposta sia oggi Forza Italia che – ricorda Rojc - la abolì definitivamente nel 2005 con Berlusconi presidente del Consiglio. Il Pd, viceversa, è per introdurre un periodo di servizio civile obbligatorio per i tutti i giovani allo scopo di stimolare in loro l’impegno sociale. Tra l’altro, sono diverse le Nazioni europee che stanno rivalutando la partecipazione dei cittadini a svolgere un servizio per il proprio Stato. “A Forza Italia e alla Lega dico che se pensano di risolvere i problemi dei flussi migratori con sei mesi di leva obbligatoria si sbagliano di grosso. La Nazione – conclude Rojc - deve essere servita e difesa da validi professionisti”.

“L’idea di ripristinare il servizio di leva, come vogliono i leghisti e la destra al governo di Veneto è Friuli Venezia Giulia, è una sciocchezza inutile e fuori dal tempo”. Boccia così, senza appello la proposta di ripristinare la leva il coordinatore regionale di MDP/ LeU.
“Gli eserciti odierni sono fatti di tecnologia e alte professionalità che solo militari di professione e altamente specializzati possono fornire - continua Cedarmas - se si vogliono aiutare i giovani si lavori per avere più occupazione, migliorare le scuole, offrire servizi a chi è in difficoltà. Questo Paese ha un percentuale enorme di giovani senza lavoro, un tasso indecente di abbandono scolastico è un bassissimo numero di laureati, vanno affrontati questi problemi e non parcheggiare i ragazzi in caserma. La possibilità di svolgere un servizio civile già esiste, lo si migliori e lo si renda sempre più utile a coloro che vogliono svolgerlo e a tutta la società”.
“Mi pare - conclude Cedarmas - che parlare di leva obbligatoria sia semplicemente un sistema che usa la destra al governo per parlare d’altro, mentre non si affrontano i veri problemi delle persone”.

Potrebbero interessarti anche...