#Lifeviralart mascherine d’arte virale

Team Life, arte per il sociale lancia #lifeviralart, una call artistica per promuovere delle donazioni mirate alla spesa da sostenere per i respiratori di terapia intensiva e al reperimento dei  dpi (dispositivi di protezione individuale) per gli operatori sanitari.

Simona Capodimonti, storica dell'arte dedita da anni alla street art è uno dei curatori di Team Life, ha messo in piedi la piattaforma on line Life viralart, come lei stessa sottolinea un contenitore pronto ad accogliere le proposte creative di artisti, di famiglie e bambini, da questo progetto nasce l’idea di spingere le persone alla creatività e alla sensibilizzazioni durante la crisi epidemica del Covid-19.

Molti gli artisti che hanno già aderito all'iniziativa, infatti, tra gli artisti troviamo Alessia Babrow, nota performer e street artist, la cui immagine di Cristo su strada è stata recentemente scelta dall'ufficio filatelia della città del Vaticano per il francobollo pasquale e tra i comunicatori Michela Bernardini e Carlotta Degli Innocenti esperte di organizzazione e comunicazione di eventi artistici. La mascherina di Alessia Babrow che è anche l'immagine proposta per promuovere l'azione di arte virale fa un saluto all'opera di Cattelan.

 

Ma anche molti altri contributi, ognuno con il suo messaggio personale. Ad esempio quello di Demetrio Di Grado, proveniente dalla Sicilia e  tra i primi ad aderire alla call, noto per i suoi poster vintage con messaggi attuali ci comunica: “Non mettermi ansia, trasmettimi speranza”, molto utile in questi momenti di paura.
“Mathias poeta della sera” poeta scrittore dal Friuli Venezia Giulia, con il suo post-it sopra la mascherina per preservare quella protettiva ci manda un messaggio poetico e romantico.
Elastic Group con l'opera "Virus art attack" dove, uno degli artisti del famoso duo, appare con uno strumento colorato in mano pronto a fare un balzo e a difendersi dal virus e ancora l'artista pop palermitano nome d'arte"Acnaz" Toni Zanca,  molto attivo nella promozione dell'arte di strada, così come Fabio Petani, artista piemontese noto per le sue opere decorative che riprendono la natura, con la sua mascherina mimetica manda un messaggio importante per difendere se stessi e la natura.
Marta Cavicchioni, illustratrice e autrice di opere in cartapesta, con la sua Heart Filter lancia un messaggio importante sulle mascherine "Prima per te che curi e nutri", ossia prima per il personale sanitario e poi propone che siano distribuite mascherine gratis a tutta la popolazione.
Qwerty project, ci fa riflettere sul gioco di parole di LIFE chè è l'anagramma d FILE ancora di più in questo periodo che siamo iperconessi e a casa, in molti passiamo il tempo sui social
Paolo Bielli con Virus Ring dà un ben pugno al virus.
Maupal famoso per il suo "super Pope" e che esce con le sue opere sempre in contemporanea ai fatti di cronaca, uno dei primi a far apparire il suo brand con la mascherina sul suo profilo social.Susanne Kessler, artista tedesca che vive tra Roma e Berlino ci manda un'opera dalla Germania con un messaggio Finally United che ci fa molto riflettere. La call è diventata internazionale, molti artisti italiani residenti all'estero o stranieri ci stanno scrivendo dall'estero mandandoci le loro creazioni
Mila Gno (Milena Scardigno) con i suoi Ri-tratti-virali disegna le espressioni umane che si celano dietro alle mascherine.
tante altre immagini stanno arrivando in queste ore, ricordiamo infatti che la call è aperta a tutti e unisce l'Italia artisti, street artist, famiglie e bambini che in questi giorni sono a casa. Per esorcizzare la paura, passare il tempo a casa e incentivare le donazioni agli ospedali, un’azione suggerita per essere sempre sicuri di dare la giusta sicurezza nel gestire l’emergenza.

Come partecipare? Queste sono le semplici indicazioni.

"L’azione si svolge in 5 mosse: crea la tua mascherina artistica; indossala e postala sulla tua pagina FB e IG con l’hashtag #lifeviralart; invia il post o la foto via email all’indirizzo life.viralart@gmail.com, con autorizzazione al trattamento dei dati personali e a pubblicare l'immagine (in caso di minori occorre il consenso di entrambi i genitori); attendi la risposta via mail dal TeamLife per vederla pubblicata sui canali ufficiali FB e IG di Life viralart; fai una donazione a offerta libera sugli appositi siti (https://www.gofundme.com/f/sostieni-il-columbus-covid2-hospital oppure a un ospedale a tua scelta presente su territorio nazionale andando su https://italianonprofit.it/donazioni-coronavirus/).

Le donazioni serviranno anche per l’acquisto da parte degli ospedali di volumi significativi di presidi di protezione individuale per medici e infermieri quali mascherine chirurgiche, mascherine filtranti FFP2 e FFP3, tute Tyvek, occhiali di sicurezza e sistemi di ventilazione.

"#lifeviralart ha varie aspirazioni: costituire un momento di riflessione e sensibilizzazione sulle buone pratiche da rispettare in questi casi, come l’uso dei dpi (dispositivi di protezione individuale), lavarsi le mani, mantenere la giusta distanza di sicurezza, stare a casa per proteggere noi stessi e gli altri, in un’ottica di responsabilità sociale ed etica",

https://www.facebook.com/Life-viralart-102440954722861/?modal=admin_todo_tour

https://www.instagram.com/lifeviralart/?hl=it