L’impegno del FAI per le prossime generazioni: primo Incontro Interregionale Trentino Alto Adige – Friuli Venezia Giulia

Una giornata per riflettere sull’impegno del FAI – Fondo Ambiente Italiano per le future generazioni. Questo il tema scelto per il primo Convegno Interregionale Trentino Alto Adige – Friuli Venezia Giulia del FAI, co-organizzato con la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, che si terrà il prossimo sabato 18 gennaio nell’Auditorium della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia a Pordenone (in via Roma 2).

La giornata sarà aperta alla partecipazione di tutti i soci FAI e ai volontari del Trentino Alto Adige – Friuli Venezia Giulia, regioni accomunate dalla diffusa presenza di arte, cultura e natura che può e deve essere ulteriormente valorizzata, ad esempio attraverso il partenariato tra enti pubblici e soggetti privati, per consentire e realizzare il recupero, il restauro e la manutenzione programmata dei beni al fine della pubblica fruizione.

Nella prestigiosa sede, messa generosamente a disposizione dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, la giornata inizierà con i saluti dei Presidenti regionali FAI - Trentino, Giovanna degli Avancini, FAI Alto Adige, Simona Kettmeir, e FAI Friuli Venezia Giulia, Tiziana Sandrinelli, seguiti dagli interventi dell’Assessore regionale alla cultura e allo sport, Tiziana Gibelli, e del Sindaco del Comune di Pordenone, Alessandro Ciriani.

Aprirà i lavori Andrea Carandini, Presidente del FAI, che sottolineerà l’importante funzione dell’educazione civica e della tutela della memoria svolta dal Fondo Ambiente Italiano; successivamente Marco Magnifico, Daniela Bruno e Marco Di Luccio, rispettivamente Vicepresidente Esecutivo, Responsabile dell'Ufficio Valorizzazione e Responsabile gestione e sviluppo dei Beni del FAI, presenteranno alcune anticipazioni dei grandi progetti del FAI per il 2020. A chiudere la mattinata, l’intervento di Daniele Meregalli, Responsabile Ufficio Ambiente del FAI.

Dopo la pausa, i lavori riprenderanno nel pomeriggio con la relazione di Angelo Maramai, Direttore Generale del FAI, sull’andamento della fondazione e dei suoi progetti, di Irene Mearelli, Responsabile Rete Territoriale FAI, che racconterà “Lo sviluppo del FAI sul territorio” e di Maurizio Vento, Responsabile Comunicazione FAI, su “Rete, connessione e diffusione. Le potenzialità di una comunicazione armonica”.

A concludere l’incontro l’illustrazione delle best practice delle due regioni, con le testimonianze di Mirko Frainer, Delegato regionale valorizzazione culturale e Vice capo Gruppo FAI Giovani Bolzano su “Valorizzazione del patrimonio e sensibilizzazione ambientale alle Giornate FAI: l’esperienza altoatesina”; Alessandra Campestrini, responsabile del Gruppo FAI Giovani di Trento con “A passo lento nella bellezza” e infine Malika Franzo responsabile del Gruppo FAI Giovani di Pordenone su “Come valorizzare la provincia: motivazioni del successo delle Giornate Fai d’Autunno a Pasiano di Pordenone”.

Dopo la chiusura dei lavori, grazie alla disponibilità del Comune di Pordenone, verrà proposta la visita guidata alla Mostra “Il Rinascimento di Pordenone” presso la Galleria d’arte moderna di Pordenone, situata all'interno del parco Galvani, in viale Dante, 33.