M5S Consiglio regionale Fvg: “Centrodestra ideologico, da noi opposizione responsabile”

“Un ddl che presenta scelte palesemente ideologiche. Da inizio marzo chiediamo una revisione complessiva della legge di stabilità, invece si interviene toccando soltanto alcuni settori e lasciando inalterati altri”. Questa la posizione del MoVimento 5 Stelle sul disegno di legge che contiene misure per fronteggiare l'emergenza Covid-19, approvato oggi in Commissione.

“L'assessore Zilli – aggiungono gli esponenti pentastellati - ci ha spiegato che si è intervenuto su risorse che non verranno utilizzate da qui a luglio e che verranno poi ricollocate una volta conosciuto l'avanzo di bilancio. Ciò significa che secondo la Giunta la priorità dei Comuni, in questo momento di crisi, è l'istallazione dei sistemi di videosorveglianza per filmare esercizi commerciali chiusi e strade quasi deserte? Non capiamo davvero cosa vieti di toccare anche questi fondi”.

“Che segnali diamo andando a togliere le risorse sull'antimafia (stiamo parlando di diecimila euro), sul plastic free, sulla ristrutturazione delle case Ater non affittate? - proseguono i consiglieri M5S – Allo stesso modo, ci chiediamo perché azzerare i 5,5 milioni agli ex soci di Cooperative Operaie e CoopCa in un momento in cui si parla di garantire liquidità a chi ne ha bisogno, mentre invece non si toccano i 27 milioni per nuove strade, che difficilmente potranno essere spesi entro luglio, o le risorse per gli sconti sulla benzina. Sono queste le priorità?”.

“Chiediamo di essere coinvolti nelle scelte che vengono portate avanti in questo periodo - conclude la nota del Gruppo -. La Giunta e la maggioranza siano riconoscenti nei confronti di un'opposizione che sta tenendo un comportamento responsabile, contrariamente a quanto accade a livello nazionale. Abbiamo sempre evitato polemiche su questa vicenda, ci aspettavamo che ci fosse almeno un minimo di concertazione e condivisione in queste scelte”.