Fumata bianca: E’ Massimiliano Fedriga il candidato “unitario” del centrodestra alla presidenza della Regione Fvg. Il commento di Bolzonello

Massimiliano Fedriga è il candidato ufficiale del centrodestra alla presidenza della Regione Friuli Venezia Giulia. La decisione è stata presa “unitariamente” da tutti i partiti facenti parte della coalizione nel corso di un summit tenutosi a Roma dopo una pantomima durata oltre 10 giorni . Fra i primi a commentare la notizia il diretto avversario, non parliamo di Renzo Tondo che si ritira in buon ordine con una lapidaria dichiarazione e buttando nello sgomento alcune redazioni giornalistiche che si erano pesantemente esposte in suo favore e che ora dovranno riposizionarsi. Spiega Tondo:  “Avevo accettato la candidatura a governatore, ha detto Tondo,  per senso di responsabilità, senza chiedere nulla e dunque non lascio gli alleati”. Ma il commento di cui parliamo è quello del competitor Sergio Bolzonello candidato del centrosinistra alla presidenza del Friuli Venezia Giulia, dice Bolzonello: “Dopo settimane di spettacolo indecente, nelle quali i politici del centrodestra regionale hanno dovuto accettare qualsiasi ripensamento di Salvini, il mio avversario è stato scelto appunto da Roma, con il passaggio da Forza Italia alla Lega Nord in cambio del Senato». Sergio Bolzonello rimarca che si tratta di una scelta fatta: «Alla faccia di quell’autonomia che difendiamo da sempre con orgoglio. Un’autonomia di pensiero, scelta e rappresentanza che una parte politica ben precisa sta tentando oggi di seppellire, salvo poi sbandierarla per comodità al bisogno». «Noi – rimarca Bolzonello – continueremo la nostra campagna, che è nata qui sul nostro territorio con una candidatura a presidente, la mia, che è stata discussa civilmente e approvata da una coalizione unita. Un pensiero però va a Renzo Tondo, un esponente politico che non meritava di essere trattato in un modo così becero. Da parte mia la porta per Renzo ed i suoi è sempre aperta anche perché dubito che vogliano mescolarsi con chi, senza il minimo rispetto, oggi li ha usati e poi gettati». «Nei prossimi giorni – aggiunge l’esponente del centrosinistra – presenteremo gli assi portanti del nostro programma che saranno basati su equità, lavoro e possibilità. Il nostro vantaggio è che invece di urlare slogan potremmo presentare progetti visto che noi in questi mesi un programma lo abbiamo scritto a differenza di chi era impegnato a litigare» conclude.

Inutile dire che la notizia per Bolzonello non è positiva, Fedriga appare un candidato decisamente più tosto rispetto a Renzo Tondo. Bisognerà però vedere adesso se Forza Italia e non solo inghiotteranno il boccone amaro della delusione. Molto dipenderà dal gioco delle promesse e candidature.

Potrebbero interessarti anche...