Mercoledì al Magazzino delle Idee di Trieste appuntamento collaterale alla mostra “Vetro, la mia seconda pelle”

Spostato a mercoledì 8 agosto, sempre alle 19, il secondo dei 4 appuntamenti collaterali ideati e curati da Marianna Accerboni per la mostra “Vetro, la mia seconda pelle”, che per la prima volta presenta a Trieste, al Magazzino delle Idee, circa 170 opere della scultrice e designer del vetro Gordana Drinković, una tra le più importanti rappresentanti della scena artistica croata. L’incontro avrà come punto focale un interessante dibattito con Chiara Squarcina, responsabile del Museo del Vetro di Murano, concepito per mettere a confronto i diversi metodi e le diverse tradizioni e culture del vetro del Nord Est europeo, rapportate all’arte di Gordana Drinković, cercando di tracciare storicamente il rapporto che esiste da sempre tra Murano, crocevia di produzione e commercio del vetro, e l’Est europeo: un rapporto che nasce nel passato e che diventa futuro. Squarcina, veneziana di nascita, è anche responsabile di Palazzo Mocenigo Centro Studi di Storia del Tessuto e del Costume e del Museo del Merletto di Burano. Oltre alla consulenza e alla supervisione scientifica per la maggior parte degli allestimenti dei Civici Musei di Venezia, ha portato alla definizione e realizzazione del progetto Backstage, il primo in Italia che prevede visite guidate nei depositi di Palazzo Mocenigo.

L’appuntamento sarà strutturato come una conversazione a più voci, cui parteciperanno anche Damir Murkovic, presidente della Comunità croata di Trieste, e Marianna Accerboni. L’incontro è gratuito, previo acquisto del biglietto della mostra (€ 3), che comprende anche una degustazione di vini della Tenuta Baroni del Mestri (Cormons, Gorizia), con cui si concluderà l’evento.

Tra le più importanti rappresentanti della scena artistica croata, Drinković si occupa di design e collabora con alcune celebri fabbriche del vetro da più di 25 anni, nel corso dei quali ha realizzato più di 500 opere, di cui una gran parte è stata prodotta in forma di pezzi unici o di serie esclusive che appartengono a collezioni private in Croazia e nel mondo.

L’esposizione, curata da Miroslav Gašparović e Raffaella Sgubin, è realizzata grazie alla collaborazione tra ERPaC, Ente regionale per il patrimonio culturale, Comunità Croata di Trieste, Polo Museale-Mibact e Museo dell’Arte e dell’Artigianato di Zagabria, con il contributo della Fondazione Casali, di Vetreria Rogaška (Steklarne Rogaška). Visitabile fino al 9 settembre (orario: dal martedì alla domenica 10 - 13 e 17 - 21.

Info: www.magazzinodelleidee.it/ www.villamanin.it. 

Potrebbero interessarti anche...