Migranti: Serracchiani, Fedriga dà del bugiardo a prefetto Trieste

“A non rispettare le regole sono quote marginali se parametrate al numero complessivo di persone accolte”: questo ha riferito un mese fa il prefetto di Trieste e commissario del Governo in Fvg, essendo evidentemente in possesso di numeri. Ma Fedriga per fare terrorismo e pubblicità alla Lega dà del bugiardo a un organo dello Stato, esattamente come il suo capo”. Lo afferma la deputata del Pd Debora Serracchiani, commentando la dichiarazione del presidente del Friuli Venezia Giulia Massimiliano Fedriga, secondo cui “Chi nega il nesso tra immigrazione clandestina e criminalità viene smentito dai fatti”. Per Serracchiani “c'è da credere che Fedriga aspettasse un episodio nel quale fossero coinvolti dei migranti, per correre a metterci sopra il suo cappello di uomo di Salvini. La confusione tra partito e istituzione è sempre più un pericolo a livello nazionale, e non vorremmo che il contagio si estendesse in Regione”. “Preoccupa la distinzione quasi genetica tra popoli fatta da Fedriga, quasi che – aggiunge Serracchiani - la propensione a delinquere sia insita nel Dna di pakistani e afghani. Badi che qualche straniero non dica lo stesso dell'Italia basandosi su alcune zone del nostro Paese ad alta concentrazione di criminalità”.

Potrebbero interessarti anche...