Mostra internazionale al Parco Sculture alle porte di Udine

Dall’11 giugno al 5 luglio riapre dopo il lockdown la Braida Copetti, il Parco Sculture alle porte di Udine, con una mostra molto interessante di scultori del Novecento e contemporanei intitolata “Scultura del Novecento. Mostra en plein air”. L’evento è l’occasione per scoprire 50 sculture, tra inediti e collezione permanente, in un percorso esclusivo che unisce arte e natura. Sicuramente da non perdere Mirko Basaldella, Mario Negri, Dušan Džamonja, il coreano Kim Seung Hwan alla sua seconda grande mostra italiana, dopo la personale a Milano nel 2019 e la mancata presenza alla Milano Design Week 2020 a causa del lockdown. Gli artisti viventi sono 4.
Questa la lista delle opere

Il parco:
1. Pinuccio Sciola, Pietra sonora (basalto, 2010)
2. Gianpietro Carlesso, Mater Bi (bronzo, 2005)
3. Luciano Ceschia, Verticale (ferro, 1978)
4. Luciano Ceschia, Verticale (ferro, 1978)
5. Mario Negri, Grande Grembo (bronzo, 1975-1977)
6. Marcello Mascherini, Martirio (bronzo, 1957)
7. Dušan Džamonja, 96 – C (acciaio corten, 1980)
8. Dušan Džamonja, ML – III (ferro, 2009)
9. Raphael Beil, La Notte (marmo rosa di Verzegnis, 2010)
10. Gianpietro Carlesso, Tutto muta (acciaio corten, 2013)
11. Angelo Brugnera, Entità sospesa (marmo bianco savana, 2009)
12. Mario Negri, Donna seduta o Venus (bronzo, 1969-1970)
13. Marcello Mascherini, Tragedia in miniera (bronzo, 1962)
14. Nane Zavagno, Senza titolo (rete d’acciaio, 2006)
15. Mario Negri, Tutta una vita insieme (bronzo, 1973)
16. Mario Negri, Gran personaggio (bronzo, 1987)
17. Nane Zavagno, Senza titolo (acciaio, 2005)
18. Gianpietro Carlesso, Mutazione (bronzo, 2001)
Le Utie:
19. Mirko Basaldella, Stele II (bronzo, 1957)
20. Maria Papa Rostkowska, Source de vie (marmo, 1990)
21. Angelo Brugnera, Neuropteroidea Metamorphica (marmo bianco savana, 2009)
22. Mirko Basaldella, La Sposa (bronzo, 1954)
23. Kim Seung Hwan, Organism (acciao inox, 2019)
24. Luciano Ceschia, Mandala (pietra piasentina, 1968)
25. Mirko Basaldella, Totem (bronzo, 1965)
26. Luciano Ceschia, Disco (ferro, 1976)
Il roccolo:
27. Antonietta Raphaël Mafai, Niobe (bronzo, 1939)
28. Anselmo Francesconi, Castellana (bronzo),
29. Mirko Basaldella, Osea (bronzo, 1969)
30. Angelo Brugnera, Testa (marmo bianco savana, 2018)
31. Kim Seung Hwan, Organism (granito, 2019)
Il loggiato:
32. Pino Castagna, Canneto (vetro di Murano, 2000)
33. Dušan Džamonja, Iron tapestry (ferro e legno, 1967)
34. Pinuccio Sciola, Città futura (basalto, 2010)
35. Mario Negri, Deserto dei tartari – progetto (bronzo, 1976)
36. Antonietta Raphaël Mafai, Ritratto di Guttuso (1943)
37. Pinuccio Sciola, Pietra sonora (basalto, 1998-2000)
38. Pinuccio Sciola, Pietra sonora (calcare, 1998-2000)
39. Kim Seung Hwan, Explore Eternality (bronzo, 1996)
40. Dušan Džamonja, Mask (ferro, 1978)
41. Anselmo Francesconi, Il curioso (bronzo)
42. Giacomo Manzù, La morte di San Gregorio (bronzo, 1963)
Il cortile:
43. Antonietta Raphaël Mafai, Ritratto di Palmiro Togliatti (1955)
44. Alik Cavaliere, Fioritura (bronzo, 1966-1967)
45. Luciano Ceschia, Gong da Hiroshima (bronzo, 1961)
46. Mario Negri, Rilievo parietale n.1 (bronzo, 1955-1956)
47. Mario Negri, Trofeo (bronzo, 1965)
48. Mirko Basaldella, Davide vittorioso (1940)
49. Luciano Ceschia, Gong da Hiroshima (bronzo, 1961)
50. Marcello Mascherini, Specchio (bronzo, 1972)
51. Marcello Mascherini, Fiore rosso (bronzo, 1973)