No alle nuove qualifiche dalla Ferrari

Mancano solo due settimane al rombare dei motori per l'inizio del Campionato del Mondo e la Ferrari ha deciso di non appoggiare il nuovo format delle qualifiche, che comprenderebbe il regime ad eliminazione in tutte e tre le sue fasi. La scuderia di Maranello si è opposta al voto unanime della scorsa settimana, e per fare in modo che questa norma non venga approvata il team Ferrari ha invocato un vizio di procedura. La proposta del nuovo format definito dalla sedia rovente o dal cerino in mano, infatti, è stato inserito solo all'ultimo nella riunione del 4 marzo scorso, ed approvata dalla F1 Commission solo "per quanto riguarda il principio della regola", fanno sapere da Maranello. La scuderia italiana nonostante tradizionalmente favorevole all'introduzione di novità e cambiamenti nel regolamento utili a garantire maggiore spettacolo alla Formula 1, si sarebbe espressa contro le nuove qualifiche, perché non ci sarebbe stato tempo sufficiente per sperimentarle, rischiando così di aumentare soltanto la confusione tra gli addetti ai lavori e il pubblico durante il primo weekend della stagione 2016 a Melbourne. Nonostante ciò, la procedura sarebbe andata avanti senza tener conto dei difetti burocratici in essa presenti, fino ad oggi almeno. Insomma mentre le varie scuderie si preparano al primo appuntamento della stagione, forti dei test invernali svoltisi nei giorni scorsi a Barcellona, i vertici del Circus navigano a vista per quanto riguarda l'introduzione di queste nuove regole che, almeno sulla carta, dovrebbero garantire uno spettacolo maggiore in pista. Tra le novità previste ci sono le nuove qualifiche, con eliminazioni ogni 90 secondi dei piloti più lenti, che dovrebbero portare, nella sessione conclusiva, ad una sfida a due per conquistare la pole position. Se fino a poche ore fa si dava per certa l'introduzione del nuovo format, ora pare sia stato tutto bloccato per una serie di errori commessi nel seguire l'iter di approvazione.

Potrebbero interessarti anche...