Nuova interrogazione parlamentare sulle terapie intensive in Fvg, si chiede ancora una ispezione ministeriale

Sinistra Italiana, si legge in una nota a firma del segretario regionale Sebastiano Badin,  ha presentato la terza interrogazione parlamentare in meno di un anno sullo stato delle terapie intensive in Friuli Venezia Giulia. Nicola Fratoianni ha interrogato il governo nell'aprile e nel settembre del 2021, ottenendo la visita degli ispettori del ministro Speranza in regione. "appare, anche da recenti inchieste giornalistiche, che i 140 posti letto annunciati dall'amministrazione regionale e indicati come esistenti, non siano mai stati attivati; da quanto si apprende, infatti, sarebbero stati attivati in due anni soltanto 5 nuovi posti letto tra terapie intensive e semi-intensive, nonostante i fondi ricevuti dalla regione e che servivano ad aprirne ben 140" afferma Nicola Fratoianni. Il tutto mentre i cittadini vedono allungarsi le liste d'attesa e i lavoratori della sanità sono sottoposti a ritmi di lavoro disumani. Sinistra Italiana afferma che "il Ministro interrogato dovrebbe seriamente valutare l'opportunità di prevedere una nuova ispezione ministeriale per verificare se quanto promosso dal Ministero della salute con gli esiti della prima ispezione sia stato effettivamente realizzato e in caso di accertata mancanza di iniziativa da parte della regione Friuli Venezia Giulia, prevedere il commissariamento della sanità regionale"

Qui il testo dell'interrogazione: https://aic.camera.it/aic/scheda.html?numero=4/11289&ramo=CAMERA&leg=18