Onde di metallo su Lignano. Dagli Usa lo Tsumani Slayer

Le icone Metal Slayer in arrivo alla Arena Alpe Adria. Il concerto si arricchisce dei support: i genovesi Sadist e gli americani, The Shrine.

Una colata metallica inonderà l’Arena Alpe Adria di Lignano Sabbiadoro, che torna il teatro della grande musica internazionale con lo strepitoso happening metal in programma l’11 luglio. Protagonisti sul palco saranno gli statunitensi Slayer, band universalmente riconosciuta come fra i maggiori promotori di questo genere musicale, alla pari dei Metallica, Anthrax e Megadeth.

Eccezionali anche i support act, la band genovese progressive death metal dei Sadist, e i The Shrine, potente e psichedelica hard rock band americana.

Ma veniamo ad alcune informazioni utili ai tanti appassionati che raggiungeranno l’Arena Alpe Adria di Lignano Sabbiadoro anche da fuori regione e dalle vicine Austria, Slovenia e Croazia. La biglietteria del concerto aprirà alle ore 18, mentre le porte dell’arena accoglieranno il pubblico a partire dalle 19.

Dalle 20 il primo support act, quello dei Sadist. Nati a Genova nel 1991, si sono affermati come una delle realtà progressive death metal più amate del nostro paese, con grande seguito anche nel contesto internazionale. La band, reduce dal trionfale “Hyaena Biting the East Tour”, che li ha visti muoversi per più di mese on the road nell’Est Europa, sarà protagonista il 17 giugno in Francia per Hellfest, accanto a gruppi come gli Anthrax, che saranno al Festival di Majano il 22 luglio.

Dalle 21 spazio sul palco al secondo support act della serata, quello dei The Shrine, band di Los Angeles formata nel 2008, conosciuta e apprezzata sulla scena internazionale per la grande carica heavy rock psichedelica delle sue produzioni e dei suoi live.

Alle 22, infine, l’arrivo degli Slayer. La band è tornata prepotentemente sulle scene, grazie alla pubblicazione dell’ultimo album in studio “Repentless”, il quattordicesimo, nominato fra i migliori album del 2015. Contemporaneamente al successo del nuovo lavoro, la band prosegue ininterrottamente l’attività live e dopo aver registrato ottimi numeri di presenze lo scorso novembre all’Alcatraz di Milano, si appresta al grande ritorno in Italia nel periodo estivo per tre show che si preannunciano altamente spettacolari. Tom Araya, Kerry King, Gary Holt e Paul Bostaph, sono quindi pronti a infiammare Lignano Sabbiadoro in quello che si preannuncia come un grande evento metal dell’estate del Nordest.

Gli Slayer.

Il gruppo si forma a Los Angeles nel 1981, mettendosi subito in luce, oltre che per l’aspetto musicale, anche per il contenuto dei testi, che toccano argomenti forti e controversi. La band è parte dei cosiddetti “Big Four”, cerchia che include le più gradi band metal di sempre, affiancati quindi a colossi come Metallica, Megadeth ed Anthrax. Proprio con i tre gruppi affiliati gli Slayer furono protagonisti di uno storico live, il “Big Four Tour” fra il 2010 e 2011. Da sempre intensa la loro attività in studio con ben 14 album pubblicati, di cui l’ultimo “Repentless” del settembre 2015, capace di vendere 49 mila copie durante la prima settimana di pubblicazione, debuttando al quarto posto della Billboard 200, il miglior risultato in classifica mai ottenuto dal gruppo negli Stati Uniti d’America a testimonianza della loro grande forma.

Info su www.azalea.it. Oppure www.ticketone.it.

Potrebbero interessarti anche...