Palchi nei parchi: domani la chiusura a Cividale con il concerto “Il maestro – omaggio a Ennio Morricone”

L’estate regionale è stata accompagnata e connotata dagli appuntamenti settimanali con la rassegna di musica, teatro e danza “Palchi nei Parchi”, ideata dal Servizio foreste e Corpo forestale e finanziato dal Servizio Cultura della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia. Grazie alla direzione artistica e organizzativa della Fondazione Luigi Bon, sono stati in tutto 16 gli eventi che da fine maggio a domenica 12 settembre - data dell’ultimo concerto in programma alle 18.00 a Bosco Romagno a Cividale - hanno trovato spazio in numerosi palcoscenici naturali: una lunga cavalcata di appuntamenti multidisciplinari dove artisti della musica, del teatro e della danza si sono esibiti davanti a un pubblico liberamente accomodato sugli spalti offerti dalla natura. Le performance hanno toccato boschi, vivai, rifugi, parchi e ville storiche tra le province di Udine, Gorizia e Pordenone. Luoghi inediti ma anche nuove modalità di esibizione e di ascolto, dove l’arte e la natura si sono potute incontrare ed entrare in risonante armonia. I palchi che hanno ospitato gli artisti sono stati costruiti dalle squadre di operai della Regione FVG, con legno proveniente dalle foreste certificate del nostro territorio, mentre i parchi sono quelli gestiti e curati costantemente dal Servizio foreste e Corpo forestale. A rendere speciale questa rassegna anche la presenza del Corpo Forestale Regionale: sono state le parole dei Forestali, ma anche di tecnici del settore privato, a precedere ogni evento artistico, per spiegare i concetti di gestione forestale sostenibile, di cambiamenti climatici, di prevenzione incendi boschivi e molto altro ancora. I 16 appuntamenti della rassegna con musicisti, danzatori, attori, ensemble e cantautori sono stati realizzati anche in collaborazione con importanti realtà culturali come la FVG Orchestra, Mittelfest, l’Associazione Progetto Musica e il festival Folkest. Tutta la rassegna “Palchi nei Parchi” è stata ad ingresso gratuito con la possibilità di aderire alla raccolta di fondi a sostegno del progetto “Dopo la tempesta VAIA – Insieme per la rinascita dei boschi”: una proposta che riunisce in un unico obiettivo la Regione, Legambiente, il Consorzio Boschi Carnici, Intesa San Paolo ed il Comune di Forni Avoltri, per un intervento di ripristino e miglioramento ecologico di una parte di foresta in questo comune montano, danneggiata dalla tempesta Vaia nel 2018. L’iniziativa, che ha trovato l’entusiastica adesione del pubblico, si concluderà con la consegna ufficiale dei fondi green raccolti, presso il comune di Forni Avoltri. L’ultimo appuntamento alle ore 18:00 di domenica 12 settembre a Bosco Romagno - Cividale del Friuli è di fatto il recupero del concerto “Il Maestro”, una produzione firmata dal Teatro Miela di Trieste, in collaborazione con l’Associazione Mittelfest: l’evento, interrotto il 30 luglio causa maltempo, sarà un intenso omaggio al genio intramontabile di Ennio Morricone. L’eclettica band The 1000 Streets’ Orchestra propone le melodie indimenticabili e le colonne sonore più famose scritte dal premio Oscar. Le sue opere verranno riportate in vita da una formazione cameristica composta da tromba, pianoforte, voce e percussioni, affiancata da un violoncello, che porterà il calore dell’orchestra d’archi, e da una solida sezione ritmica, che enfatizzerà i momenti più energici. Una voce recitante ci accompagnerà nel viaggio dall’arida terra del West alle interminabili crociere transoceaniche a bordo del Virginian. Sul palco la voce di Elena Caineri, il violoncello di Katja Panger, Andrea Bonaldo alla tromba, tastiere e sax di Giorgio Giacobbi, al basso e chitarra Riccardo Pitacco, alle percussioni Denis Zupin, Giulio Scaramella al pianoforte e la voce recitante di Matteo Cernuta.