Parco Zoo Punta Verde, dal 1° aprile riapre al pubblico con tanti lieti eventi

Al via la nuova stagione del Parco Zoo Punta Verde di Lignano Sabbiadoro che dal 1°aprile riapre al pubblico tra lieti eventi e tante novità. Durante la chiusura invernale la struttura lignanese ha infatti festeggiato la nascita di quattro cuccioli: un Tamarino di Edipo, un cammello e due simpatici suricati. “Gli animali sono in splendida forma e durante l'inverno alcuni di loro hanno messo su famiglia – ci racconta il direttore Maria Rodeano. I primi di gennaio abbiamo dato il benvenuto a Cali, un cucciolo di Tamarino di Edipo che ha reso felice mamma Indiana, papà Algo e la sorella Bogotà. Non conosciamo ancora se questa piccola scimmia maschio e femmina e per conoscerne il sesso dovremmo attendere ancora un po’. Lo scorso 11 febbraio si è allargata anche la famiglia di suricati con la nascita di due nuovi cuccioli cui dobbiamo ancora dar loro un nome. A prendersene amorevole cura mamma Cesira, papà Enrico e la sorella Marta. Tra i nuovi nati anche Gianni, un bellissimo cammello figlio di Milly e Micky”. A fare da cornice a questa nuova stagione ci saranno come sempre delle interessanti attività educative per coinvolgere i visitatori grandi e piccoli. Visite guidate, incontri ravvicinati, centri estivi e altro ancora.
“Dopo due anni riprendono anche i tanto amati “keeper talk” – aggiunge soddisfatta Maria Rodeano - occasioni uniche per conoscere attraverso gli appassionati guardiani gli animali dello Zoo, le loro abitudini e i progetti di conservazione a loro favore condotti in Natura. Quest’anno però i guardiani saranno supportati anche dai nostri educatori, figure importanti che consentiranno ai nostri visitatori di avere ulteriori approfondimenti sugli animali e il loro habitat, e godere al meglio di quest’attività interamente gratuita”.
Fiore all’occhiello del turismo regionale e centro didattico di eccellenza per le scuole e famiglie la struttura lignanese prosegue in un costante impegno a favore della salvaguardia delle specie minacciate, tant’è che nel 2021 il Parco ha supportato ben otto progetti di conservazione focalizzati su giraffa, panda rosso, leopardo delle nevi, lemure del bambù, indri, tigre di Sumatra e siberiana e leontopiteco testa nera. Il Parco sta inoltre supportando un centro di recupero per fauna in difficoltà, il Kilimanjaro Animal Crew, in Tanzania, dove quotidianamente guardiani, esperti trainer e veterinari si prendono cura di animali feriti o rimasti orfani con l’intento di rilasciarli nel loro ambiente di origine.
Come sempre il periodo invernale viene utilizzato dalla struttura per eseguire anche lavori di ristrutturazione e creare nuovi spazi. In questo senso sono state realizzate, tra le varie cose, dei nuovi punti di vista per ammirare al meglio le meravigliose zebre. Attenzione rivolta anche alla pausa pranzo e merenda con un rinnovato bar per un momento di relax.

Per maggiori informazioni: www.parcozoopuntaverde.it