Paritetica Stato Regione- Tiziano Centis (Cittadini): «Il presidente Fedriga sbaglia due volte»

Il capogruppo dei Cittadini in Consiglio regionale Tiziano Centis è intervenuto nel dibattito in Aula in occasione dell’incontro con la Commissione Paritetica: «Attenzione - ha detto Centis - a non cadere nell’equivoco di investire la Commissione Paritetica di compiti efficacemente assolvibili in una fase ordinaria, ma in questo contesto di totale straordinarietà dato dall’emergenza Covid-19 è la Giunta regionale che si deve caricare sulle spalle la gestione dei rapporti con lo Stato. Proprio in questo senso la nostra posizione è ancora una volta quella di puntare ad ottenere l’azzeramento del contributo regionale per il 2020 di oltre 700 milioni, ma il Presidente Fedriga non dovrebbe limitarsi a pretenderlo, ma creare le condizioni per renderlo davvero possibile. In questo senso continuiamo ad essere in totale disaccordo con la richiesta ribadita anche oggi dal Presidente Fedriga di permettere alla Regione di indebitarsi per spesa corrente: ciò ci condurrà a ottenere uno sconto insoddisfacente e a dover pareggiare i conti di bilancio a debito. Diversamente, un modo efficace è quello, da noi più volte invocato, di spingere affinché l’Italia attinga al fondo Mes per la copertura dei costi sanitari diretti e indiretti causati da Codiv-19, perché apparirebbe contrario al buon senso e allo spirito di leale collaborazione che lo Stato rinunci ad un indebitamento che sui 7 anni è persino a tasso negativo continuando a trattenersi corpose risorse regionali che mettono in discussione l’erogazione dei servizi essenziali sul nostro territorio».