Paura al decollo sul volo Alitalia Trieste-Roma. Un motore ha emesso scoppi e fiammate

Una esperienza che chi viaggia in aereo non vorrebbe mai vivere. Vi sono stati attimi di terrore in pista all’aeroporto di Ronchi dei Legionari quando il volo Alitalia Trieste-Roma, in partenza alle 18.50 di martedi 23, è stato fermato precipitosamente durante la fase di decollo per tre potenti scoppi  in serie provenienti da uno dei motori. Secondo la testimonianza di alcuni passeggeri sarebbero state viste anche potenti fiammate uscire dal motore. Il volo, si è saputo solo questa mattina,  aveva subito un ritardo dato che in fase di atterraggio nel volo precedente  proveniente da Roma, un gabbiano era stato risucchiato forse in fase di rullaggio  da un motore senza provocare però inconvenienti durante la delicata fase. I tecnici della compagnia avrebbero  controllato il velivolo e pulito in motore dai residui dello sfortunato animale e avevano dato il via libera al nuovo decollo per la capitale. Ma per fortuna quando il velivolo era ancora in pista  durante il rullaggio al momento di dare la massima potenza ai motori, si sono verificati i tre scoppi nel reattore pare anche con un sensibile calo di potenza. Il decollo a quel punto è stato abortito  e il volo è stato annullato. I passeggeri sono quindi scesi per essere imbarcati su un altro velivolo previsto in serata, ma alcuni pensando a quando poteva succedere se le esplosioni si fossero verificate in volo hanno  preferito il più terreno treno.

Potrebbero interessarti anche...