Pd: Rojc, aprire partito per elezioni Trieste e Pordenone e “Smascherare la politica della Lega”

"Il Partito democratico deve impegnarsi molto a fondo nelle città, lavorando per aprirsi e allargare lo schieramento riformista. Bisogna stare sul territorio, accanto alle situazioni difficili e a sostegno delle forze che creano ricchezza. È un impegno che mi prendo in prima persona, perché sono convinta che questo è l'approccio decisivo per affrontare le prossime sfide elettorali a Trieste e Pordenone". Lo ha detto oggi a Monfalcone (Gorizia) la senatrice Tatjana Rojc, partecipando al congresso Regionale dei Giovani Democratici, assieme a Caterina Conti della direzione nazionale Pd e a Tamara Blazina, presidente dell'assemblea regionale del partito.
"Dobbiamo smascherare la politica della Lega - ha spiegato la senatrice - e di un presidente di Regione pieno di parole, ma che si disinteressa della sua terra, delle tante crisi che falcidiano posti di lavoro, anche dalla sua città".
Rivolgendosi ai giovani democratici presenti, Rojc ha richiamato "i valori dell'umanesimo come valore guida per combattere le conseguenze di venti anni di berlusconismo, che hanno aperto la strada al populismo e al leaderismo. Il Pd - ha aggiunto - deve avere risposte realistiche alle paure di chi sta male, non solo formule di principio".