Pd: Shaurli, mantenere dialogo con Unione slovena. “Dem non più disponibile a ammiccamenti a destra”

"Il Partito democratico vuole mantenere su basi solide e chiare un dialogo con l'Unione slovena, auspicando che sia confermata con chiarezza la sua collocazione nell'ambito del centrosinistra. Attendiamo perciò con interesse il congresso regionale dell'Unione slovena, che si terrà nei prossimi mesi". Lo afferma il segretario regionale Pd Fvg Cristiano Shaurli, facendo il punto sui rapporti con la Slovenska Skupnost/Unione slovena, partito etnico-linguistico sloveno di indirizzo centrista.
Per il segretario dem "rimangono pesanti le ricadute politiche dell'episodio che ha visto il segretario regionale della Ssk Igor Gabrovec scostarsi dalla linea del centrosinistra in occasione delle recenti nomine, del tutto inopportune, fatte dal centrodestra. Si è incrinato un rapporto di fiducia che - precisa Shaurli - per il Pd mette in discussione da subito il posto che Gabrovec occupa nell'Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale, dove si rappresenta l’intera minoranza non parti o interessi personali".
"Il Pd ha siglato un accordo con la Ssk ma - aggiunge Shaurli - ai patti e ad atteggiamenti corretti siamo chiamati entrambi. Non siamo più disponibili ad atteggiamenti oscillanti, a favori o - conclude - addirittura ammiccamenti nei confronti della destra nazionalista e dei leghisti".