Perchè arriva dagli Usa una vera manna per Putin

Tutti concordano sui pericoli che l'inattesa elezione di Donald Trump comportano data la sua amicizia con il nuovo Zar delle Russie, Vladimir Putin. L'analisi più interessante, data la sua lunga esperienza nei due grandi Paesi, viene da Bill Browder, ex ricchissimo uomo d'affari di Chicago e poi per anni oligarca e amico di Putin prima di entrare nel suo mirino ed essere costretto a rientrare in Patria.
In un libro di 456 pagine appena uscito negli States col titolo “Scacco al Cremlino”, analizza i motivi per cui la svolta politica alla Casa Bianca rappresenta una vera manna per l'ex agente del Kgb.
L'elezione di Trump gli permetterà di raggiungere molti dei suoi obiettivi strategici: l'indebolimento della Nato e della Comunità europea, l'eliminazione (o almeno l'attenuazione) di ogni pressione, e sanzione, per le violazioni dei diritti umani e territoriali, per esempio in Ucraina. Inoltre avrà mano libera in Siria.
Tra le armi in suo possesso per convincere Trump, nel caso cambi idea, vi sono il denaro e le risorse di cui il Cremlino dispone e l'arma dl ricatto: il Presidente-tycoon avrebbe avuto un compromettente rapporto sessuale a Mosca.
Browden ha sia in famiglia sia personalmente una storia interessante. Nato a Chicago da genitori geni matematici, suo nonno diventò (nel 1936) il primo candidato comunista alla Casa Bianca e lui il primo investitore occidentali nella Russia post-caduta del Muro. Col suo “Fondo Hermitage” arrivò a gestire beni e società per 4,5 miliardi di dollari.
Poi perse questa fortuna, la riconquistò, ma nel 2005 fu espulso da Putin (e il suo legale fu ucciso a botte, di notte, in un carcere).perchè, dopo l'amicizia iniziale, era entrato in collisione con alcuni oligarchi sotto 'l'ombrello' del Cremlino.
Lui, con orgoglio, dice di essere stato il più grande capitalista nell'Urss così come suo nonno era stato il più grande comunista d'America.
Ora si dedica con passione al “Magnitsky act” (dal nome del suo avvocato Sergei, assassinato in prigione) con cui cerca di impedire l'entrata negli Stati Uniti a un certo numero di russi ritenuti responsabili di truffa od omicidio a sfondo politico.

AUGUSTO DELL’ANGELO

Potrebbero interessarti anche...