Fuori porta, ci aspetta un settembre d’arte

Alberto Burri

Alberto Burri

Dieci appuntamenti culturali fuori regione da non perdere

Per chi ama l’arte Settembre sarà un mese magnifico. Sono almeno dieci gli appuntamenti da non perdere, tutti in luoghi ameni e fuori dalla calca delle grandi città. Un contesto d’eccezione, la Villa dei Capolavori, sede della Fondazione Magnani Rocca, a Mamiano di Traversetolo nel parmense, propone dal 3 settembre Le Ninfee di Monet e aggiunge, dal 10 settembre Italia Pop, l’arte degli anni del boom (entrambe sino all’11 dicembre).

Ninfee, Monet

Ninfee, Monet

E’ già un evento, al Museo del Violino a Cremona la mostra indagine su Janello Torriani.

Ballerina, di Torriani

Ballerina, di Torriani

Genio del Rinascimento, l’inventore di affascinanti automi e meccanismi rivoluzionari al servizio di due imperatori, Carlo V e Filippo II (sino al 29 gennaio 2017).
Ad un precedente Re ed Imperatore, Carlo IV di Boemia è dedicato un originale omaggio storico a Monza, città della Corona Ferrea, una delle quattro corone che l’Imperatore-umanista, ammirato da Petrarca, cinse. Al Museo del Duomo, sino al 2 ottobre.
Due originalissime e spettacolari mostre in terra polesana. A Rovigo, in Palazzo Roverella I Nabis, Gauguin e la pittura italiana d’avanguardia, indagine che riunisce con un taglio originale opere di rilievo da mezza Europa (sino al 14 gennaio). Parallelamente, nella palladiana Villa Badoer a Fratta Polesine, negli ambienti del nuovo Museo Nazionale Archeologico, Storia del Profumo, profumo della storia.
A conclusione di un Centenario che lo ha visto celebrare con decine di mostre e iniziative in tutta Europa e a New York, Città di Castello dedica una grandiosa mostra al suo Alberto Burri, negli Ex Seccatoi Tabacco. Titolo: Alberto Burri. Lo Spazio di Materia tra Europa e U.S.A, sino al 6 gennaio, a cura di Bruno Corà. Per tirare le fila delle molte novità emerse da questo Centenario.
È tra gli eventi più attesi dell’intera stagione la originale, sontuosa mostra che i Diamanti a Ferrara dedicano all’Orlando Furioso nei 500 anni dell’Ariosto. Già il titolo Cosa vedeva Ariosto quando chiudeva gli occhi? fa intuire che nulla in questa mostra sarà ovvio, a partire dagli incredibili prestiti ottenuti. In Palazzo dei Diamanti, sino all’8 gennaio.
A Roma, foreste, acqua, sassi, ninfee sono i soggetti delle grandi carte che Giovanni Frangi espone sino al primo novembre al Palazzo Poli, sede dell’Istituto Nazionale per la Grafica, in una mostra spettacolare dal titolo Settembre.
Sempre in Emilia Romagna il 24 e 25 settembre a Modena Fiere accenderà i motori Il Salone delle Eccellenze Modena Motor Gallery. Tra le proposte: Enzo Ferrari Vs Colin Chapman, ovvero Ferrari e Lotus, un confronto tra due miti automobilistici ma non solo.
E con questi magnifici bolidi si sfreccerà ad ottobre. Un altro mese di grandissimi appuntamenti.

 

Potrebbero interessarti anche...