Posta sotto sequestro dai carabinieri del Noe di Udine la discarica di Pecol De’ Lupi a Cormons

“Ai Carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico di Udine va, come sempre, il nostro ringraziamento per le attività di indagine che svolgono ogni giorno nel nostro territorio, tra cui quella che ha portato al sequestro della discarica di Pecol dei Lupi”.  Si apre così una nota dei  consiglieri regionali del MoVimento 5 Stelle, Ilaria Dal Zovo e Cristian Sergo, nel commentare il provvedimento operato dai carabinieri  nell’ambito dell’azione coordinata dalla Procura di Gorizia, che ha portato anche alla nomina di un amministratore giudiziario a seguito di ipotesi di reato.

E' stata data così esecuzione al decreto della Procura di Gorizia che ha condotto un'approfondita attività investigativa sul luogo, nell'ambito dell'attività di monitoraggio delle discariche sul territorio regionale. Per il sito di Pecol de' Lupi, è stata riscontrata l'assenza di autorizzazione integrata ambientale dal dicembre 2010 in quanto mai rinnovata.
Denunciati in stato di libertà il Direttore Generale della società Isontina Ambiente, e il Direttore della Direzione Centrale Difesa dell'Ambiente, per aver gestito il sito in assenza di autorizzazione ambientale. Evidenziate ulteriori ipotesi di reato, riferite alla gestione illecita di rifiuti liquidi, che coinvolgono anche il Direttore del Servizio disciplina gestione rifiuti e siti inquinati della Regione.
A un amministratore giudiziario sono state affidate sia la custodia che la gestione della fase post-operativa della discarica con il compito di bonificare l'area e chiuderla definitivamente.