Presentato il cartellone SanVitoTeatro 2017/2018 di San Vito al Tagliamento, 10 gli spettacoli

SanVitoTeatro 2017/2018 prende avvio ufficialmente oggi, 6 ottobre, con la consueta conferenza stampa ospitata nella Sala degli Stucchi del Palazzo Comunale. Il sindaco Antonio Di Bisceglie, il consulente per la cultura Angelo Battel e il direttore dell’ERT Renato Manzoni illustrano al pubblico e alla stampa il cartellone realizzato congiuntamente dall’amministrazione sanvitese e dall’Ente Regionale Teatrale del Friuli Venezia Giulia. Dieci gli spettacoli in programma, tutti presentati in abbonamento. L’inizio della stagione si avrà tra poco meno di un mese, domenica 5 novembre, con quattro amici di San Vito al Tagliamento: Gianluigi Carlone, Roberto Carlone, Sandro Berti e Giancarlo Macrì, meglio conosciuti come Banda Osiris. Il quartetto vercellese assieme al giornalista e divulgatore Federico Taddia e al filosofo della scienza Telmo Pievani daranno vita allo spettacolo Il maschio inutile, un’analisi tanto esilarante quanto spietata della condizione maschile contemporanea tra parodie, cantate pop rock e d’operetta. La compagnia pordenonese Arti e Mestieri sarà sabato 25 novembre all’Auditorium con Woman before a glass (Donna allo specchio) un lavoro di Lanie Robertson, composto da quattro quadri, sulla figura di Peggy Guggenheim. Sul palco a raccontare la vita di colei che scoprì artisti del calibro di Pollock, Kandinskij e Mirò salirà Caterina Casini. Lunedì 11 dicembre si ricompone la coppia Domenico Starnone – Silvio Orlando. Dopo le fortune de La Scuola (visto a San Vito l’anno scorso), l’attore napoletano affronta Lacci, un altro testo di Starnone, questa volta il tema è il rapporto marito-moglie e genitori-figli. La regia è di Armando Pugliese. 
Il 2018 si aprirà con la danza e gli effetti di luce della Evolution Dance Theater di Anthony Heinl (già danzatore e coreografo dei Momix): domenica 14 gennaio Night garden racconta cosa accade nel giardino di luce quando il mondo va a dormire. Domenica 28 gennaio in occasione del Giorno della Memoria, Alessandro Albertin vestirà i panni di Giorgio Perlasca in Perlasca, il coraggio di dire no. Giorgio Perlasca, un commerciante di carni italiano, sfruttando le sue straordinarie doti diplomatiche e un coraggio da eroe, nel 1943 evitò la morte ad almeno 5.000 persone.
Lunedì 5 febbraio il regista udinese Fabio Cherstich torna in Friuli con Bull, una commedia spietata e politicamente scorretta firmata dall’inglese Mike Bartlett. Bull delinea con lucidità le derive di un mondo lavorativo sempre più selettivo.
Domenica 18 febbraio Massimo De Francovich e Maximilian Nisi saranno i due protagonisti di Mister Green, una commedia dal ritmo cinematografico in cui un giovane ambizioso professionista è costretto a “convivere” con un vecchio proprietario di una lavanderia.
Domenica 11 marzo Giuliana Musso presenterà al pubblico sanvitese il suo più recente monologo, Mio Eroe, in cui le morti dei soldati italiani nelle recenti missioni di pace sono raccontate dal punto di vista delle madri.
Si cambia genere con il Teatro Incerto che mercoledì 21 marzo con Blanc prende a prestito il celebre Art di Yasmina Reza (una delle pièce contemporanee più apprezzate al mondo) per farne una versione in marilenghe tutta da ridere. La chiusura della stagione, giovedì 29 marzo, sarà affidata a Maria Amelia Monti che vestirà i panni di Miss Marple, la mite ma arzilla zitella nata negli anni Trenta dalla penna di Agatha Christie.

Accanto alla stagione di prosa, confermate anche le attività per le famiglie e per gli alunni delle scuole.
Sono tre gli appuntamenti in programma nell’ambito di Piccolipalchi, la rassegna teatrale per le famiglie organizzata dall’ERT in collaborazione con 13 Comuni della regione e con il sostegno della Fondazione Friuli.
Per i bambini dai 5 anni in su, sabato 27 gennaio 2018 andrà in scena Vassilissa e la Babaracca, spettacolo ispirato alla fiaba popolare russa Vassilissa la bella che affronta temi quali la crescita come formazione della propria identità, l’incontro con l’altro e l'abbandono.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Sabato 17 febbraio sarà la volta di Schiaccianoci Swing. Concerto Teatrale dei pugliesi La bottega degli apocrifi, dedicato ai bambini dai 5 anni. La fiaba di Hoffmann è raccontata attraverso il teatro e la musica, dove la musica è racconto in sé e non si esprime attraverso le sole melodie rese celebri dal balletto di Tchaikovsky ma attinge a generi diversi, dalla musica di Morricone al tango.
Terzo e ultimo appuntamento in programma sabato 3 marzo con Play with me, spettacolo di danza contemporanea della compagnia Arearea rivolto ai bambini dagli 8 anni in su. Qual è oggi il confine tra la realtà e il mondo digitale? Che fine ha fatto il gioco e dove si è cacciata l’avventura? Queste le domande dalle quali è nato lo spettacolo che racconta di due ragazzi che giocano senza sudare con la testa china su uno schermo.
Tutti gli spettacoli della rassegna Piccolipalchi inizieranno alle 17.
Proseguirà inoltre la consueta attività di spettacoli e laboratori di teatroescuola, la sezione dell’ERT dedicata all’educazione ai linguaggi del Teatro e dello spettacolo dal vivo.

La campagna abbonamenti si aprirà il prossimo 9 ottobre al Punto IAT con il seguente calendario: rinnovo abbonamenti 9 e 10 ottobre (ore 10.00/12.30), dal 12 al 15 ottobre (16.00/19.00) il 16 ottobre (10.00/12.30 e 16.00/19.00) e il 17 ottobre (10.00-12.30); cambio posti il 19 e 20 ottobre dalle 10.00 alle 12.30; dal 23 ottobre sarà aperta la sottoscrizione per i nuovi abbonati in orario di apertura dell’ufficio IAT.
I prezzi degli abbonamenti a 10 spettacoli: intero 130 euro, ridotto 105 euro, ridotto studenti 60 euro.
Per informazioni: Ufficio Cultura di San Vito al Tagliamento t. 0434.833295; Punto IAT t. 0434.80251, iat.sanvitoaltagliamento@gmail.com. Per approfondimenti sugli spettacoli visitare il sito www.ertfvg.it.