Progetti di cooperazione in regione maratone digitali e volontari cercasi

gaetanospataroinfo@friulisera.it
Due novità di rilievo dal mondo delle cooperazione in regione: Il progetto “Cantieri di autonomia” presentato da Legacoopsociali Fvg; e la giornata internazionale delle cooperative del 2 luglio, Confocooperative Podenone ha annunciato la sua partecipazione alla maratone digitale mondiale.
servizio civile. Favorire i processi di inclusione sociale e lavorativa di adulti in situazione di forte disagio. È questo l’obiettivo del progetto “Cantieri di autonomia” presentato da Lega Nazionale delle Cooperative e Mutue e realizzato dalle cooperative sociale Consorzio C.O.S.M. (Consorzio Operativo Salute Mentale) di Udine, cooperativa Lavoratori Uniti F. Basaglia Onlus di Trieste e cooperativa sociale Noncello di Roveredo in Piano (PN), che prevede la selezione di 9 volontari da avviare al Servizio Civile nel corso del 2016. Il progetto mira, grazie anche all’impegno  dei volontari, ad accompagnare le persone seguite dalle cooperative lungo un percorso teso a valorizzare le loro capacità di scelta e di azione per consentire loro di essere protagoniste ed, eventualmente, modificare le proprie condizioni di vita. La durata del servizio è di dodici mesi e ai volontari in Servizio Civile spetta un assegno mensile di 433,80 euro; la domanda di partecipazione dovrà essere presentata entro e non oltre le ore 14 del 8 luglio 2016. Le domande possono essere presentate a mano, a mezzo raccomandata A/R indirizzata a Lega delle Cooperative del Friuli Venezia Giulia, Via Cernazai, 8, 33100 Udine UD, via PEC  a legacoopfvg@legalmail.it.
maratone digitale. Anche Confcooperative Pordenone con le sue 163 associate festeggerà sabato 2 luglio la Giornata Internazionale delle Cooperative dedicata allo sviluppo sostenibile, partecipando alla “maratona digitale” che in tutto il mondo vedrà protagonista sui social network l’hashtag #coopsday. Sarà anche l’occasione per inaugurare il nuovo spazio sul social del lavoro Linkedin, dove la pagina di Confcooperative Pordenone è la prima a essere stata creata in Italia tra tutte le sedi Confcooperative regionali e provinciali. «Lotta alla povertà - ha spiegato il presidente di Confcooperative Pordenone Luigi Piccoli - e al cambiamento climatico, uguaglianza e inclusione per tutti: questi i traguardi fissati per il 2030 che devono partire innanzitutto dalle dimensioni locali come la nostra per poi arrivare a quella internazionale. Come sistema delle cooperative provinciale diamo già adesso risposte al territorio: nell’ultimo quadriennio abbiamo fatto registrare un più 13% di lavoratori dipendenti stabili, arrivando, fra soci e dipendenti, a dare lavoro a oltre 4.500 persone. Proprio l’occupazione è il primo tassello per favorire l’inclusione sociale e proseguire poi verso gli altri obiettivi».