In Provincia, si ricorda l’uomo dalle tante virtù

karlVita Caroli, La vita di Carlo, è l'autobiografia giovanile scritta in latino dall'imperatore del Sacro Romano Impero Carlo IV (1316-1378) del quale, oggi, ricorrono i 700 anni dalla sua nascita. E proprio per l'occasione è stato rieditato il testo che, divulgato dalla casa editrice Medusa e curato da Tiziana Menotti, sarà presentato Lunedì 21 novembre alle 17.30, nel salone del Consiglio provinciale a Udine. Presente all'evento, oltre che alla curatrice, anche il presidente dell'ente d'area vasta, Pietro Fontanini, il docente Bruno Figliuolo, mons. Sandro Piussi e la giornalista della Radio nazionale ceca Michaela Krčmová.
Carlo il boemo, fu considerato non soltanto un grande imperatore, ma anche una delle figure più carismatiche e amate dalla nazione ceca.
Ma in cosa consiste il valore di questa autobiografia? Nello scriverla, lungi dall'imperatore la volontà di auto celebrarsi, semmai lo scopo fu pedagogico e morale. L'imperatore, infatti, volle ammonire i suoi successori mettendoli in guardia dai pericoli di una vita dissennata e dedita ai piaceri del mondo da egli stesso sperimentati da giovane. Offre loro saggi consigli per regnare con sapienza e giustizia e dedica alcuni capitoli dell'interpretazione di pagine evangeliche nelle quali spiccano le parabole del Regno. Di grande interesse per il lettore italiano risultano le gesta del futuro imperatore legate al contesto storico-politico italiano, dove, oltre a Carlo, furono protagioniste le potenti case italiane, tra cui quella dei Della Scala, dei Visconti e dei Colleoni, in perenne lotta tra loro.

Potrebbero interessarti anche...