Qualità della vita, la provincia di Udine al nono posto in Italia. Trieste e Pordenone scalano la classifica, Gorizia stabile

La Provincia di Udine nella top ten italiana per qualità della vita. Lo rivela un’indagine condotta da Il Sole 24 Ore che ogni anno, come da “tradizione”, si focalizza sulla vivibilità nelle province italiane. Gli indicatori presi in esame, aggiornati tra lo scorso anno e il 2016, sono sei: Affari, lavoro e innovazione; Reddito, risparmi e consumi; Ambiente, servizi e welfare; Demografia, famiglia, integrazione; Giustizia, sicurezza, reati; Cultura, tempo libero e partecipazione.

Ebbene, dallo studio emerge che la provincia di Udine si colloca al nono posto in Italia nella “classifica” relativa alla qualità della vita, comandata da Aosta. Il territorio friulano si attesta come la miglior realtà regionale. Grande balzo in avanti, però, per Trieste, che occupa la decima posizione e sale ben 24 “gradini” su scala nazionale. Ancora meglio fa Pordenone, capace di guadagnare 43 posti e diventare 17^ in Italia. Stabile Gorizia, diciannovesima.

L’esito dell’indagine è stato accolto con soddisfazione in Friuli. «Al di là del fatto che questo gioco delle classifiche lascia, come ho sempre detto, il tempo che trova, fa piacere constatare questo ulteriore miglioramento, che conferma Udine al primo posto per qualità della vita in regione e tra le prime posizioni in tutto il Paese», ha commentato il sindaco di Udine, Furio Honsell. «Si tratta di valutazioni qualitative perché la qualità della vita a Udine si percepisce solo vivendoci – ha concluso il primo cittadino -. Certamente esprimo profonda soddisfazione perché dopo nove anni di amministrazione la città ha scalato diverse posizioni in questo tipo di classifiche. Nel complesso emerge un quadro della società udinese come un contesto sostanzialmente sano e con una buona qualità dei servizi».

«Una bella notizia per tutta la Provincia di Udine. Una soddisfazione per l’intero territorio provinciale dove la qualità della vita, seppur in un momento economico e occupazionale difficile, si conferma di ottimo livello, nella top ten della classifica nazionale», ha aggiunto il presidente della Provincia di Udine, Pietro Fontanini, che poi ha voluto precisare i “contorni” del risultato. «Si badi bene: l’ambito della ricerca è quello della Provincia; associare i risultati al solo capoluogo che potrebbe presentare dati in controtendenza, per esempio, per le implicazioni connesse alla gestione dell’emergenza profughi, è fuorviante e non corretto. L’ottimo piazzamento è conseguito da tutto il territorio provinciale con i suoi 540 mila abitanti, dalla montagna al mare, un’area che presenta standard di vita di gran lunga migliori rispetto ad altre zone».

Potrebbero interessarti anche...