Referendum costituzionale, Sen. Stabile (FI): Votare no, serve buona politica non antipolitica

"In Italia c'è bisogno di buona politica, non di antipolitica. Per questo il 20 e 21 settembre è necessario votare No al taglio dei parlamentari. La questione non è il numero di deputati e senatori, ma la loro efficienza e le modalità di selezione della classe dirigente. Al di là del fatto che, come dimostrato da autorevoli esperti, il taglio porterebbe a un risparmio minimo per lo Stato, la proposta di ridurre i parlamentari, voluta dai Cinquestelle e senza una vera riforma elettorale, è gravissima e pericolosa. Quello che si vuole fare infatti è eliminare la rappresentatività sui territori. Con il taglio, ad esempio, il Friuli Venezia Giulia sarebbe tra le regioni più penalizzate. Perderebbe ben 8 parlamentari (40%) dei 20 attuali: i senatori passerebbero da 7 a 4 e i deputati da 13 a 8. Non solo, con il Sì aumenterebbe il potere di lobby e gruppi di pressione, si creerebbero molti problemi per l'attività delle Commissioni parlamentari che sono fondamentali per l'attività legislativa. C’è senz’altro bisogno di riforme, ma migliorative, mentre quello che hanno intenzione di fare i Cinquestelle è un vero e proprio attentato alla democrazia e alla nostra Costituzione. Bisogna votare No per fermarli". Lo dichiara la senatrice di Forza Italia, Laura Stabile.