Regione che vai mascherina che trovi. In vigore da oggi l’ordinanza by Zaia & Fedriga “nascondere naso e bocca”

modello reggiseno (unisex)

Ricapitoliamo. Ore 17 il Governatore Zaia su twitter annuncia una nuova ordinanza dove fra l'altro diventa obbligatorio per il Veneto l'utilizzo di mascherine e guanti nei supermercati: non solo per gli addetti alle vendite ma anche per i clienti. Qualora gli avventori non ne fossero in possesso, dovranno comunque coprire naso e bocca in modo efficace.
Il testo di Zaia recita: “per venditori e compratori, uso obbligatorio di guanti monouso e mascherine e comunque garantendo coperura di naso e bocca” . Poi al punto C sancisce “ obbligo per tutti gli esercizi commerciali, anche all'aperto, di ammettere e far circolare solo soggetti con mascherine e guanti, verificando la copertura di naso e bocca, di perimetrazione dell'area, di mantenimento di un unico accesso e di ogni strumento per evitare assembramenti”. E già qui ci sarebbe di che parlare, anche se Zaia in realtà le sue mascherine propagandistiche con tanto di Leone di San Marco almeno le ha distribuite. Ma quello che appare geniale è affermare il “comunque coprire naso e bocca in maniera efficace”, sembra un pesce d'aprile fuori tempo massimo.

modello bottiglia

Chi stabilisce cosa si intende per “efficace” ovviamente si tratta della scientifica osservazione dell'addetto alla vendita, spiega Zaia, che addirittura viene investito dei poteri dell'obbligo di controllo “verificando” la copertura di naso e bocca. Come avverrà la verifica è un mistero. Verrà chiesto al cliente di scoprire naso e bocca per vedere se ci sono e poi di ricoprili per vedere se effettivamente sono coperti? Come accendere al buio la luce per vedere se è spenta. Ma almeno Zaia può vantare l'originalità... Fedriga neppure quella, perchè come svogliato scolaretto copione, lui la sua ordinanza la copia da quella del suo modello di Governatore perfetto Zaia. Così poco prima delle 19 esce la versione by Fvg: Il testo è più che simile anche se Fedriga ci mette del suo: al punto 6 recita fra l'altro l'obbligo di: “uso obbligatorio di guanti monouso e mascherine o comunque una protezione a copertura di naso e bocca per venditori e compratori” poi al punto 7 colpo di genio per ribadire il concetto, scrive: “è fatto obbligo, all’interno degli esercizi commerciali di generi alimentari, l’utilizzo di guanti monouso e di mascherine o comunque una protezione a copertura di naso e bocca”.

modello vegano

Insomma si ribadisce il concetto forse perchè si pensa che in Fvg le persone siano meno sveglie che in Veneto? O forse perchè nella fretta di copiare si è visto doppio. Comunque sia andata ecco che in questo ennesimo sabato di shopping al tempo del coronavirus i cittadini del Fvg si vedranno costretti a soggiacere a quella che è palesemente una inutile pagliacciata. Non solo perchè è palese (basta fare un giretto per supermercati) che anche chi indossa le mascherine lo fa in maniera sbagliata e che queste sono quasi tutte fuori norma. Ma soprattutto perchè potremmo assistere a scene che speriamo, nonostante la situazione, poter catalogare solo nella farsa.

modello slip

Ed allora ecco che il pensiero va alle potenzialità che tale ordinanza potrebbe far sviluppare nella creatività italica. Ci permettiamo di dare alcuni suggerimenti. Vi invitiamo a guardare le foto già presenti sul web per sviluppare la vostra personale protezione “modello Fedriga”. Mandateci il progetto e sarete premiati.

modello casual

Qualche suggerimento: Mascherine all'uncinetto, mascherine ricavate da una coppa di reggiseno, dagli slip da uomo (speriamo vengano sacrificati quelli nuovi), ma anche da bottiglioni di plastica, foglie di verza o di banano, per non parlare dei gadget sportivi, sciarpe e cappelli (tanto sono ormai inutili) opportunamente sagomati. Insomma la fantasia può viaggiare libera. Ma c'è un problema: chi validerà l'efficacia della vostra protezione fai da te? Un vero problema perchè c'è il rischio che al vostro mezzo di protezione venga contestata la mancanza del bollino CE.

modello nutella, il più amato dai leghisti

Ma del resto questo è assente anche in quelle mascherine distribuite come buone dalla Protezione Civile. Eppure ci sarebbe la soluzione alla quale ne Zaia ne Fedriga hanno ancora pensato. Basta con prossima ordinanza obbligare tutti a camminare all'indietro, dandosi reciprocamente le spalle. Ci vuole reciproca cieca fiducia nella verifica di merci e pagamenti, ma a parte questo particolare il sistema è economico, efficace e sicuro.... Flatulenze a parte.

 

 

 

 

Coronavirus: Fedriga decide la morte per fame per migliaia di friulani e giuliani? Ordina che per fare la spesa c’è l’obbligo di usare le introvabili mascherine. Poi la rettifica, va bene qualsiasi cosa purchè non si vedano naso e bocca