Renato Piazza confermato Presidente del Consorzio per il Nucleo di Industrializzazione della Provincia di Pordenone (NIP)

da sinistra: Paolo De Col, Renato Piazza, Elisa Piccinin.

Martedì 19 maggio l’Assemblea dei soci del Consorzio NIP ha ultimato le procedure per l’elezione del nuovo Consiglio di Amministrazione, confermando la volontà di proseguire nell’ottica della continuità del precedente mandato. Alla presenza dei rappresentanti dei Comuni soci del Consorzio è stata infatti confermata la carica di Presidente a Renato Piazza.

Con la designazione ufficiale di Renato Piazza alla Presidenza del Consorzio NIP si conclude l’operato del Presidente uscente Stefano Dametto, che intraprende anche un nuovo e sfidante percorso professionale in un’azienda fuori Regione. Nel suo periodo di presidenza, iniziato nel lontano dicembre 2014, il NIP è riuscito ad attivare progetti per attività straordinarie per quasi 5 milioni e mezzo di euro e ad attirare finanziamenti e contributi per 4,2 milioni di euro.

Proprio a Dametto il neopresidente Piazza ha rivolto il suo ringraziamento: “Lavorare con Stefano Dametto è stato costruttivo e stimolante, voglio proseguire in questa linea di grande collaborazione e coinvolgimento, nella convinzione che sia un elemento fondamentale per lavorare bene nel territorio”.

Un altro cambiamento, sempre nel segno della continuità, è dato dalla carica di Vicepresidente, che viene assunta da Elisa Piccinin, Marketing & Communication Manager di Roncadin Spa, azienda insediata nella Zona Industriale NIP di Meduno e già Consigliere del Consorzio dal 2017. Per la prima volta nella storia del NIP, questo ruolo di spicco viene affidato ad una donna, che è stata capace di dimostrare in questi anni grande professionalità e competenza.

Infine, nel nuovo CDA fa il suo ingresso in qualità di consigliere Paolo De Col, 47 anni, Direttore Generale e Consigliere d’amministrazione di SIAP Spa, l’azienda maniaghese del Gruppo Carraro con 420 dipendenti. Nella sua carriera lavorativa, De Col si è distinto per aver coordinato la fase di start up di un impianto produttivo in India e sviluppato un’importante crescita produttiva portando lo stabilimento di Maniago da 56 fino a toccare 84 milioni di Euro nel 2018.

Conferma anche per quanto riguarda il ruolo del revisore unico che resta Leonardo Soresi.

Tutti i partecipanti all’Assemblea hanno convenuto, oltre che sull’assetto del nuovo CDA, anche
sulla centralità dello sviluppo da parte del Consorzio di un approccio di totale vicinanza alle aziende e di fare gioco di squadra insieme ai Comuni e alla Regione, in modo da lavorare in sinergia per il benessere e la crescita economica e sociale del territorio.