Residenze per anziani e Rsa, preoccupazione delle “Sinistre d’opposizione” per la condizione di pericolo degli anziani

Il Coordinamento delle Sinistre di Opposizione (Partito Comunista dei Lavoratori, Partito Comunista Italiano, Potere al Popolo, Rifondazione Comunista e Sinistra Anticapitalista) esprime forte preoccupazione per la condizione di pericolo in cui si trovano migliaia di anziani e di operatori sociali e sanitari nelle residenze per anziani e nelle RSA delle Aziende Sanitarie in tutto il Friuli Venezia Giulia.

È noto come la percentuale di persone sopra i 70 anni di età sia la più fragile e a rischio di fronte all’epidemia cha sta dilagando in tutto il mondo, e infatti anche nella nostra regione i focolai dove sono stati registrati il maggior numero di decessi sono residenze per anziani.

Spesso il personale è dotato in maniera insufficiente di materiale protettivo personale, rischiando la propria salute oltre che di diventare veicolo diffusore del contagio, verso gli ospiti stessi e verso i propri familiari. I dati confermano che ciò è maggiormente vero dove sono i soggetti privati ad occuparsi della gestione delle strutture.

Chiediamo che le Autorità della Regione e dello Stato intervengano con tempestività accentuando i controlli su tali strutture, verificando il rispetto dei protocolli di approccio agli ospiti, aumentando i numeri dei controlli sanitari su ospiti e operatori, assicurando con procedure di emergenza i necessari dispositivi di protezione individuale agli operatori, ove necessario requisendo strutture private non utilizzate per ridurre i numeri di presenze in quelle utilizzate. Invitiamo le organizzazioni sindacali a vigilare perché si effettuino questi interventi per la salute e la sicurezza di tutti.