Riaprono i laboratori di mosaico e terrazzo della Scuola Mosaicisti del Friuli

È ripresa l’attività formativa di tipo laboratoriale alla Scuola Mosaicisti del Friuli, grazie alla recente Ordinanza n. 12 emessa dal Presidente della Regione Friuli Venezia Giulia il 3 maggio 2020.
All’inizio di marzo la Scuola, in base al Decreto del Presidente del Consiglio, aveva dovuto chiudere i battenti, ma la didattica di fatto non è mai stata interrotta con le lezioni frontali sostituite dalla formazione a distanza. Se questa per le materie teoriche, come ad esempio storia del mosaico o tecnologia dei materiali, è una soluzione percorribile, tutte diverse sono le esigenze per l’apprendimento del mosaico e del terrazzo, dove la manualità è indispensabile quanto, se non di più, della semplice visione. Le lezioni on line dunque non possono bastare, servono il contatto con i materiali, l’uso della strumentazione specifica, le esercitazioni pratiche. L’apprendimento esperienziale è il fondamento di tutte le Scuole di Arte e Mestiere dove si insegna l’artigianato artistico della tradizione italiana, l’eccellenza del Made in Italy.
La recente Ordinanza della Regione Friuli Venezia Giulia tiene conto dell’importanza dell’attività laboratoriale, non altrimenti esercitabile a distanza, e apre la possibilità al suo svolgimento.
La Scuola Mosaicisti del Friuli che aveva in questo tempo pianificato il possibile ritorno in sicurezza degli allievi e degli insegnanti, è ora pronta a ripartire, con una serie di disposizioni per ridurre qualsiasi rischio di prossimità e aggregazione e un protocollo che prevede tra l’altro turnazioni e rispetto delle distanze. Queste misure consentono alla Scuola Mosaicisti del Friuli di essere la prima realtà scolastica ad aprire dopo la lunga e forzata interruzione. Una sfida non facile e che necessita di un costante monitoraggio imposto da questo particolare periodo.
Gli allievi dal canto loro hanno salutato con favore la notizia: è innegabile che le lezioni di mosaico e terrazzo sono il loro principale interesse, dove oltre ad imparare tecniche e stili, possono esprimere la propria creatività.
La ripresa dei laboratori, che ricordiamo coinvolgono i tre corsi del percorso professionale e il corso di perfezionamento, è dunque cominciata: sarà graduale e ponderata, con soluzioni idonee e studiate per garantire l’operatività e nel contempo la sicurezza.

Per informazioni: comunicazione@scuolamosaicistifriuli.it