Salita al castello di Udine si dibatte fra ascensore o cremagliera, intanto il servizio bus langue

Ho seguito con attenzione le recenti notizie sulle varie proposte in discussione per la salita al Castello di Udine (ascensore o cremagliera-binario).
So che già esiste un servizio di navetta nei giorni di sabato e domenica, che, rispetto alle soluzioni prospettate dall'amministrazione, se semplicemente implementato risulterebbe indubbiamente più economico (tenuto conto non solo della costruzione, ma anche della manutenzione dell'impianto) e, soprattutto, meno impattante di ogni soluzione prevista.
Mi sono chiesta se, in vista dei recenti concerti previsti in Castello, si fosse pensato, intanto, a un'integrazione del servizio, funzionale a questi eventi.
Mi sono informata, venerdì scorso, se questo fosse stato fatto per il concerto di Massimo Ranieri. Le risposte che ho avuto non sono state rassicuranti: nessun servizio aggiuntivo era, a quel momento, stato attivato, nemmeno per anziani e disabili.
Solleciterei quindi l'amministrazione ad essere più attenta alle esigenze dei cittadini, e più parsimoniosa nell'uso dei soldi pubblici, specie se usati per deturpare, ulteriormente, Piazza Primo Maggio e il Colle del Castello.

Claudia Gallanda
già consigliere comunale di Udine