San Vito al Tagliamento riceve il 1 ottobre la bandiera delle città del vino

Sabato 1 ottobre sarà ufficialmente consegnata all'Amministrazione comunale di San Vito al Tagliamento la bandiera dell'Associazione nazionale Città del Vino: un passaggio che segue l'adesione avvenuta nelle scorse settimane e che ha fatto diventare San Vito il 38mo membro a livello regionale del sodalizio che riunisce le cittadine vocate al vino, promuovendole non solo a livello produttivo ma anche turistico. Nell'occasione il Coordinamento delle Città del vino del Friuli Venezia Giulia insieme al Comune proporrà il convegno "Fvg: Terra di vigne e calici attraverso le Città del Vino” in cui sarà presentato anche il volume “Viaggio nell’Italia del Vino” con i dati aggiornati dell’Osservatorio nazionale dell’enoturismo che saranno commentati dal coautore della ricerca senatore Dario Stefàno e dal docente dell'Università di Udine Luca Iseppi. Appuntamento al Castello di San Vito al Tagliamento alle 9.45. Nell'occasione si terrà pure la presentazione dell’evento enoturistico dedicato alla Ribolla Gialla che si terrà in città nella primavera 2023 in collaborazione con la Regione (rappresentata dall’assessore regionale Stefano Zannier) attraverso PromoturismoFVG. Partner della giornata anche l'Associazione nazionale Le Donne del Vino (presente la delegata regionale Maria Cristina Cigolotti), mentre l'evento sarà inserito nel programma di Duino Aurisina - Devin Nabrežina Città Italiana del Vino 2022. Contestualmente, in una giornata tutta dedicata al vino del territorio, si svolgerà nel vicino Palazzo Altan l'anteprima (con degustazione guidata di Ribolla gialla e assaggi dei prodotti gastronomici di aziende locali) di Pordenone ArtAndFood, festival culinario in programma il weekend successivo nel capoluogo (un progetto della Camera di Commercio di Pordenone-Udine e Concentro e Comune di Pordenone in collaborazione con il Consorzio delle Doc-Fvg). “L’adesione alle Città del Vino - commenta il sindaco Alberto Bernava - sancisce definitivamente quanto San Vito sia una realtà vocata al mondo enoico.Non solo siamo il Comune del Friuli occidentale con la maggiore superficie agricola destinata a vigneto con oltre mille e cento ettari di viti, ma ospitiamo anche in palazzo Altan le sedi istituzionali dei Consorzi Doc Friuli Venezia Giulia, Doc Friuli Grave, Doc delle Venezie e degli organismi di certificazione Valoritalia e Triveneta Certificazioni e Ceviq. Il 1 ottobre andremo a celebrare questi nostri punti di forza e a raccontare quanto vogliamo programmare per il futuro”. “Grazie a questo evento insieme alle Città del Vino regionali - aggiunge l’assessore alla vitalità Andrea Bruscia -, all’anteprima di Pordenone ArtAndFood e all’appuntamento dedicato alla Ribolla gialla che organizzeremo la prossima primavera, il vino diventerà un ulteriore elemento di richiamo per visitare e vivere la nostra cittadina”. “Siamo lieti - conclude Tiziano Venturini coordinatore regionale delle Città del Vino del Friuli Venezia Giulia e assessore al turismo del Comune di Buttrio - di iniziare i nostri eventi autunnali da San Vito al Tagliamento celebrando così la sua entrata nella nostra “famiglia”. Arriviamo da un’estate ricca di successi, con una trentina abbondante di eventi in cui abbiamo unito voglia di stare insieme, musica e teatro alle degustazioni dei vini di oltre 200 cantine del territorio. Ora spazio a questo momento di approfondimento su presente e futuro dell’enoturismo italiano con un focus sulla situazione del nostro Friuli Venezia Giulia”. Questo il programma completo della giornata. Sabato 1 ottobre nel Castello di San Vito al Tagliamento in via Marconi 13 convegno "Fvg: Terra di Vigne e Calici attraverso le Città del Vino”. Alle 9.45 saluto delle autorità con Alberto Bernava sindaco di San Vito al Tagliamento, Tiziano Venturini coordinatore Città del Vino del Friuli Venezia Giulia e Maria Cristina Cigolotti delegata FVG dell’Associazione nazionale Le Donne del Vino. A seguire interventi di Dario Stefàno senatore della Repubblica Italiana e coautore di “Viaggio nell’Italia del Vino” e Luca Iseppi economista agrario e docente dell’Università di Udine. Alle 11.15 cerimonia di consegna della bandiera delle Città del Vino all'Amministrazione comunale e a seguire conferenza stampa di presentazione dell'evento enoturistico dedicato alla Ribolla gialla che si terrà a San Vito nella primavera 2023. Interverranno Andrea Bruscia assessore alla vitalità di San Vito al Tagliamento e Stefano Zannier assessore regionale del Friuli Venezia Giulia alle risorse agroalimentari, forestali, ittiche e montagna. Al termine brindisi con vini del territorio. I soggetti aderenti alle Città del Vino in regione sono 38 tra Comuni e Pro Loco. I Comuni sono 32: Aquileia, Bertiolo, Buttrio, Camino al Tagliamento, Capriva del Friuli, Casarsa della Delizia, Chiopris Viscone, Cividale del Friuli, Cormons, Corno di Rosazzo, Dolegna del Collio, Duino Aurisina - Devin Nabrežina, Gorizia, Gradisca D’Isonzo, Latisana, Manzano, Mariano del Friuli, Moraro, Nimis, Palazzolo dello Stella, Povoletto, Pocenia, Premariacco, Prepotto, San Giorgio della Richinvelda, San Giovanni al Natisone, San Quirino, San Vito al Tagliamento, Sequals, Sesto al Reghena, Trivignano Udinese, Torreano. Aderiscono anche 6 Pro Loco: Casarsa della Delizia, Buri Buttrio, Mitreo Duino Aurisina, Risorgive Medio Friuli Bertiolo, Manzano e Latisana.