Sanità: Prosegue lo “spoils system” del dopo Braganti. Si è dimesso il direttore amministrativo Alessandro Faldon

Un pezzo dopo l'altro prende forma il nuovo management dell'Azienda sanitaria universitaria Friuli Centrale o forse continua inesorabile lo "spoils system" seguito alla partenza verso nuove terre del direttore generale Massimo Braganti, che come è noto ha lasciato Udine per assumere l'incarico di direttore centrale di salute e welfare alla Regione Umbria. Partenza improvvisa ufficialmente voluta da Braganti per avvicinarsi a casa ma che non ha convinto tutti soprattutto dopo che indiscrezioni parlano di problemi finanziari seri per l'azienda AsuFc, problemi che ribadiamo a scanso di equivoci sono di maggiori spese rispetto al preventivato che non necessariamente vuol dire illeciti. Ma questa tesi del “buco di bilancio” che avrebbe creato non poco nocumento all'assessore regionale al Bilancio Barbara Zilli, viene oggi avvalorata dal fatto che ha deciso di rassegnare le proprie dimissioni Alessandro Faldon, direttore amministrativo fino alla scorsa settimana di AsuFc, nominato proprio dall'ex dg Braganti. Al suo posto il nuovo direttore generale Denis Caporale ha scelto il pordenonese Francesco Magris, che prenderà servizio nel capoluogo friulano come capo dei servizi amministrativi a partire dal 1° luglio mentre in questa fase transitoria sarà Ilaria Venturini, direttore della struttura operativa complessa Affari generali ad assumere l'incarico di facente funzioni. Il dimissionario Faldon tuttavia non lascerà la regione, né tornerà al proprio ruolo di dirigente avvocato al Centro di riferimento oncologico di Aviano. Il direttore generale dell'Azienda sanitaria Friuli Orientale, Joseph Polimeni «in considerazione dell'assoluta e urgente necessità di acquisire una unità dirigenziale - si legge nel testo del decreto dirigenziale - con comprovata esperienza professionale e gestionale per le necessità della struttura complessa Gestione e sviluppo personale dipendente» ha chiesto e ottenuto dal Cro di Aviano il comando a tempo pieno di Faldon, che dunque opererà nell'azienda sanitaria della Destra Tagliamento. Nelle scorse settimane il giro di poltrone aveva coinvolto anche Mara Pellizzari nominata nuova direttrice del Distretto sanitario udinese, incarico che fino al 30 aprile era stato ricoperto da Denis Caporale, che a sua volta era succeduto a Luigi Canciani, andato in pensione a fine gennaio. Insomma tutti questi giri d'aria sarebbero frutto di sole dinamiche aziendali perchè come ha sostenuto ieri in aula l'Assessore alla Salute Riccardo Riccardi pur sapendo di non essere creduto da nessuno: “Ci sono norme che vanno rispettate, questo è compito delle aziende non del consiglio o della giunta regionale”.