Sanità: Rojc, interrogazione a Speranza per ricercatori Cro Aviano

"Il ministro Speranza si attivi con tutte le parti coinvolte per arrivare rapidamente al rinnovo del contratto della sanità, al fine di consentire al personale di ricerca e di supporto di ottenere un’uscita graduale dalla precarietà. Non dobbiamo penalizzare le prestazioni di strutture di ricerca e cura d'eccellenza umiliando il personale che ne costituisce la spina dorsale". Lo afferma la senatrice dem Tatjana Rojc, che oggi ha depositato un'interrogazione urgente al ministro della Sanità Roberto Speranza, per chiedere di impedire la perdita dei ricercatori precari del Centro di Riferimento Oncologico di Aviano (Pordenone), che da anni sono in attesa dell’inserimento nell’organico dell’Irccs.
Rojc ricorda che "i ricercatori più anziani, che oggi hanno mediamente 40 anni, rappresentano ormai una ossatura portante per l’intera struttura scientifica pordenonese e la loro fuoriuscita provocherebbe ripercussioni negative rilevanti" e precisa che "la situazione di incertezza sta determinando una vera e propria fuga dei ricercatori del Cro, che riguarda anche i giovani borsisti".
Per la senatrice "istituzionalmente corretta è stata la lettera al ministro dell'assessore alla Salute della Regione Friuli Venezia Giulia e la mia iniziativa parlamentare si propone di rappresentare al Governo l'unita di un territorio le cui strutture di ricerca e cura sono riferimento e risorsa nazionale".