Sanità: Rojc (Pd), interrogazione a Speranza per ospedale Cividale (Udine)

 

La senatrice Tatjana Rojc (Pd) ha presentato venerdì scorso un'interrogazione al ministro della Salute Roberto Speranza sulla chiusura del reparto di medicina dell'Ospedale di Cividale (Udine) e il conseguente trasferimento dei pazienti negli ospedali di Gemona, Udine e Palmanova". La senatrice chiede al ministro "se è a conoscenza della decisione improvvida dell'assessore regionale del Fvg Riccardi e se tale decisione sia congruente rispetto agli obiettivi del Piano Sanitario Nazionale, in riferimento al potenziamento della medicina territoriale e di prossimità, anche attraverso i piccoli presidi, nonché rispetto alle nuove esigenze emerse anche nel contrasto al Covid19 e se, ravvisata tale incongruenza, possa esercitare ogni utile interlocuzione per il superamento di questa criticità".
"Cividale è strategica - scrive Rojc - quale sede di un presidio ospedaliero che eroghi servizi anche alle zone particolarmente disagiate delle Valli del Natisone, dove alcuni abitati distano ben oltre 50 km da Udine. E lo stesso attuale assessore Riccardi lo aveva sottolineato nella passata legislatura regionale, chiedendo che Cividale e Gemona avessero una medicina per acuti, una chirurgia elettiva, un Pronto Soccorso, un laboratorio analisi e una radiologia".
"Da più parti è stata espressa forte preoccupazione - spiega la senatrice nell'interrogazione - per le ricadute sull'assistenza sanitaria territoriale: ospedale di Udine congestionato, medici di medicina generale in grave affanno, Punto di Primo Intervento (PPI) chiuso, servizi a disposizione solo dei casi Covid, e anche in questi casi con difficoltà".