Sanità: Spitaleri (Pd); stabilizzare non basta, accelerare iter assunzioni: “Petizione di Trieste diventi manifesto regionale di maggioranza silenziosa”

“I momenti di crisi richiedono franchezza nelle posizioni: non basta ringraziare il personale medico e sanitario per l'impegno profuso, occorre incentivare il loro sacrificio, non solo stabilizzare chi ha lavorato, ma accelerare iter assunzioni, evitare di farsi cogliere sistematicamente impreparati nell'organizzazione e programmazione. Magari, dopo lunghi mesi di lamentele e contrapposizioni, anche riconoscere che il Governo nazionale fa la sua parte. Se abbiamo ancora un gap significativo sulle vaccinazioni dei ragazzi, si vada nelle scuole, si attivi ogni energia attraverso le diverse agenzie formative, dalle parrocchie alle associazioni sportive e culturali, coinvolgendo insegnanti e famiglie in questa importante sfida”. Lo afferma il componente della commissione Paritetica Stato-Fvg Salvatore Spitaleri, a proposito della possibile stabilizzazione di un migliaio di contratti a termine dei sanitari in Fvg, a seguito di quanto si prevede potrà autorizzare la legge di Bilancio nazionale.
In merito all’allarme lanciato oggi dal presidente Fedriga sui contagi e le resistenze alla vaccinazione in Fvg, Spitaleri invita l’Esecutivo regionale a “richiedere la solidarietà di tutte le forze politiche, sociali, economiche, che non non mancherà. La petizione partita da Trieste diventi un manifesto regionale capace di dare voce, forza e sostegno alla maggioranza silenziosa di chi si è vaccinato e ha sempre seguito le regole di protezione”.