Sanità FVG: Spitaleri, sarà ricordata come la ‘riforma’ di Riccardi

“Per giudicare vanno ricordate poche cose: l'Agenzia regionale della sanità e la conferenza dei sindaci, quella detta di Codroipo, furono cancellate dalla giunta Tondo-Riccardi nella legislatura 2008-13; dopo aver ricevuto da esperti, sindacati e operatori il niet sulla divisione ospedale-territorio, che è stato il suo mantra per anni, Riccardi è costretto a richiamare in vita quanto aveva cancellato. Questa sarà davvero ricordata come la 'riforma' di Riccardi, ma solo perché la sua concezione è stata ribaltata in toto”. Lo afferma il segretario regionale del Pd Salvatore Spitaleri, commentando il ddl di riforma della sanità regionale, approvato oggi dalla Giunta del Friuli Venezia Giulia.

“Per il resto – aggiunge Spitaleri - si conferma la scomparsa dell'Isontino dalle mappe della Sanità, si commissaria l'Agenzia prima ancora di averla creata, e rimane integro il cuore della riforma centrosinistra rispetto alla medicina territoriale. In più hanno creato i presupposti per un comodo spoil system”.

Per Spitaleri “questa conferenza stampa, in cui non è stato comunicato nulla di nuovo, è la ricaduta regionale dell'andazzo nazionale: non si governa, si fa propaganda, sempre e comunque. Anche a costo di strabordare dagli argini istituzionali. Perché l'Agenzia di stampa della Regione che fa pubblicità al sito personale del segretario della Lega in Friuli Venezia Giulia è un vulnus senza precedenti e – conclude - un brutto auspicio per il futuro”.

Potrebbero interessarti anche...