Scuole a canestro ex Cernich, Malignani-Marinelli finale 2018

 

Chiti, 11 bianco
Foto di Gansin Photography

Malignani, detentore del decimo trofeo Ezio Cernich 2017, e Marinelli sono le finaliste dell'undicesimo torneo studentesco di pallacanestro maschile Città di Udine, per istituti secondari di secondo grado cittadini, denominato dal 2018 "Scuole a canestro per ricordare" e organizzato nelle ultime due edizioni dall'ufficio provinciale Educazione motoria, fisica e sportiva del Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca coordinato dal professor Claudio Bardini in collaborazione con Apu ieri, Libertas Fvg e Fip udinese. Questo è il verdetto dopo le gare odierne della seconda giornata di qualificazione nel girone unico di Eccellenza, che ha visto l'Isis e il liceo scientifico bissare i successi ottenuti all'esordio scambiandosi gli avversari affrontati nel primo turno. Dopo la galoppata del Marinelli, nell'occasione padrone di casa nella palestra di via Aspromonte, contro il neopromosso Zanon battuto per 110-50 (25-17, 53-30, 76-45), decisivo per ipotecare la finale per il trofeo 2018 è stato il successo per solo mezzo canestro del Malignani sul Marinoni, finalista perdente un anno fa: 77-76 (8-12, 26-40, 47-56) a fil di sirena e in rimonta, coronata solo nell'ultimo minuto di gioco, dell'Isis sull'Its, che ha comandato sin dall'inizio e suo malgrado ha perso la chance di giocare ancora per la finale, come avrebbe meritato.

Tomada 14 blu Foto Gansin Photography

 

Marinelli - Zanon non ha avuto storia, se non nelle battute iniziali. Pronti, via e i liceali del professor Feruglio assistito da Francovicchio coach sono scattati dai blocchi con un 8-0. I ragionieri del professor Flaibani coadiuvato da Staffa in panchina sono stati bravi a ribaltare l'inerzia sul 12-13. Poi è cominciata la marcia trionfale dei padroni di casa: 25-17 al 10' con 11 punti di Bazzocchi nel primo quarto, 28-13 con 11 di Bovo nei secondi 10 minuti, 23-15 con 8 di Paolini nel terzo periodo e vendemmiata finale con un parziale di 34-5, in cui si sono viste anche una stoppatona di Moscagiuri e una schiacciata di Genero. Paolini con 24 punti (compresa la tripla di quota 100) è stato il top scorer della gara, Bazzocchi ne ha firmati 21 e Bovo 18 con un percorso netto nel tiro dal campo (5/5 da tre e 1/1 da due) e solo un libero fallito (1/2); tra i liceali in doppia cifra anche Caruso: 11. Tra i ragionieri, privi degli influenzati Cautiero e Montanari all'ultima ora, 21 punti per Losito che è salito alla ribalta però soltanto alla distanza a giochi ormai fatti, mentre almeno nel primo quarto li ha tenuti a galla Sigon che era già in doppia cifra nel primo tempo con 11 punti e ha chiuso con 14.

Avvincente la gara tra Malignani e Marinoni, beffato nell'ultima azione con 3 secondi a disposizione dei campioni in carica messi sotto pressione per tutta la partita dai geometri che solo vincendo potevano ancora cullare speranze di rigiocare la finale. Bella sfida tra le due panchine con l'ex allievo Piccini, Mvp della finale di Eccellenza al Cernich 2017, ad alternare zone tattiche e difese allungate nel Marinoni, che ha un po' pagato nella ripresa la 3-2 con cui il professor Natale, assistito dal collega Colavizza, ha dato una svegliata al Malignani. Se Piccini è stato l'allenatore in panchina dei geometri, Chiti - prospetto della rosa di serie A2 dell'Apu Udine - lo è stato in campo, assumendosi più responsabilità in prima persona solo nel finale decisivo. Marinoni che fa corpo unico con la professoressa che li segue: "Per la Martinello" è, infatti, il grido a lei dedicato sempre prima di scendere in campo.

Bovo
Foto di Pierfrancesco D'Orlando

Si può immaginare, quindi, la delusione dei geometri quando è stato convalidato dagli arbitri il canestro di Malisan che ne ha sancito la sconfitta al filo di una sirena affidata, nel giorno della festa della donna, a un tavolo di gara tutto al femminile fatto da studentesse del Marinelli: cronometrista con tempo manuale, segnapunti pure manuale e refertista, con fischietto per tutte le segnalazioni. Niente tabellone elettronico, spie luminose, sirene vere e proprie e, men che meno, istant replay per rivedere quanto colto al volo sul campo. Parquet che ha visto il Marinoni vincere i primi due quarti. Dominici (15 già al riposo e poi al 40') è stato autore di tutti i punti dei suoi fino all'8-7 per il Malignani. L'ha rilevato il rubapalloni e contropiedista Marcassa, che ha segnato altri 7 punti (11 alla fine) nel momento del break prima del riposo. Dieci per il costante Cascino, 26 per il top scorer Chiti: 5 nel primo tempo e 21 nella ripresa, 12 dei quali nell'ultimo quarto. Viceversa nel Malignani, privo del lungo Nicoloso in gita scolastica, i quattro giocatori in doppia cifra ci sono finiti tutti nella ripresa: Tomada con 22 punti, che ingaggiato un duello a distanza con Chiti a suon di triple (4), Lazzati con 18 (9 per tempo), Dosmo con 13 e Malisan con 11, che ha chiuso in doppia proprio sulla sirena fatale per i pur meritevoli avversari del Marinoni. In una gara persa per mezzo canestro, comunque, è del tutto rivedibile il 13/28 ai liberi dei geometri contro l'8/11 di squadra del Malignani.

I TABELLINI della seconda giornata in Eccellenza.

LSS MARINELLI 110
IT ZANON 50
(25-17, 53-30, 76-45)

LSS MARINELLI D'Andrea 5, Caruso 11, Bazzocchi 21, Perrone 4, Paolini 24, Bovo 18, Toso, Pascolini 5, Genero 8, Tallone 6, Moscagiuri 6, Anzil 2. Allenatore Feruglio, assistente Francovicchio.

IT ZANON Cernich, Malagoli 2, Pilosio 4, Losito 21, Sigon 14, De Cecco 6, Bianchet, Viscardis, Zucca 2, Stevanpvic 1. Allenatore Staffa, assistente Flaibani. Allenatore Flaibani, assistente Staffa.

Arbitri Dal Ben e Ceolan.

Note Tiri liberi: Marinelli 12/17, Zanon 5/9. Nessun uscito per 5 falli personali, tecnico a De Cecco nel terzo quarto.

ISIS MALIGNANI 77
ITS MARINONI 76
(8-12, 26-40, 47-56)

ISIS MALIGNANI Basso 2, Milanese 2, Malisan 11, Vermi 5, Tomada 22, Costantini 4, Lazzati 18, Dosmo 13, Salmaggi; non entrati: Meotto, Tulissi e Romeo. Allenatore Natale, assistente Colavizza.

ITS MARINONI Cascino 10, Ecoretti 2, Marcassa 11, Dominici 15, Di Leo, Rizzani 5, Chiti 26, Salvador, Scarello 7; non entrati: Caporale, Roiatti e Zampa. Allenatore Patrizia Martinello, assistente Piccini.

Arbitri Fornaro e Cornacchini.

Note Tiri liberi: Malignani 8/11, Marinoni 13/28. Uscito per 5 falli: Vermi con l'ultimo antisportivo, tecnico a Tomada a -1'30'' dalla sirena.

LA CLASSIFICA dopo due giornate in Eccellenza:

Malignani e Marinelli 4 punti; Marinoni e Zanon 0 punti.

ULTIMO TURNO in Eccellenza:

martedì 27 marzo, nella palestra del Marinoni in via monsignor Nogara: alle 9, Malignani - Marinelli anteprima della finale per il trofeo 2018 del 19 maggio al Benedetti di Udine; alle 11, Marinoni - Zanon, che deciderà la squadra retrocessa in Elite a fine girone di Eccellenza.

IL CALENDARIO di Scuole a canestro.

ELITE. Già in finale promozione in Eccellenza pure del 19 maggio al Benedetti il Volta dopo due turni di qualificazione nel girone A di categoria, in quello B giovedì 15 marzo, nella palestra del Bearzi in Planis, i salesiani ospiteranno alle 9 il Ceconi nella sfida tra deluse all'esordio nel torneo 2018, mentre Stellini-Deganutti alle 11 sarà scontro al vertice tra squadre imbattute e decisivo per l'altro posto in finale per il salto di categoria solo in caso di successo dei "ragioneri". In questo girone B hanno già chiuso il torneo Barone del Deganutti e Bellan del Bearzi, entrambi squalificati dopo essere stati espulsi nello scontro diretto della prima giornata.