Scuole estiva di glottologia: al via la 43a edizione. Lectio magistralis su l’italiano e Pasolini di Paolo D’Achille

Garantire la formazione di nuove generazioni di studiosi delle scienze del linguaggio e fornire un momento di aggiornamento scientifico e confronto culturale sui temi più attuali della ricerca nel settore della linguistica. È l’obiettivo della 43a edizione della Scuola estiva di glottologia e linguistica (https://sites.google.com/view/scuolasig/home) – organizzata dal Dipartimento di Studi umanistici e del patrimonio culturale (Dium) dell’Università di Udine in collaborazione con la Società Italiana di Glottologia (SIG) – che si svolgerà dal 3 (inaugurazione ore 15) al 6 settembre, da lunedì a mercoledì a Lignano Sabbiadoro (Udine), presso il complesso residenziale Bella Italia EFA Village (viale Centrale 29), e nella giornata conclusiva di giovedì a Udine. Mercoledì 5 settembre, nell’ambito della visita culturale a Casarsa della Delizia al Centro Studi ‘Pier Paolo Pasolini’, Paolo D’Achille, dell’Università Roma Tre, terrà la lectio magistralis “L’italiano per Pasolini, Pasolini per l’italiano”.

La Scuola, rivolta a giovani ricercatori, dottorandi di ricerca, laureati e laureandi in discipline linguistiche di tutta Europa e non solo, vedrà quest’anno la partecipazione di 38 giovani studiosi provenienti da atenei di tutta Italia. L’inaugurazione si terrà lunedì 3 settembre, alle 15, nella sala convegni di Bella Italia.

Interverranno: la consigliera regionale Maddalena Spagnolo per la Regione Friuli Venezia Giulia, Ada Iuri, assessore alla cultura del comune di Lignano; Andrea Zannini, direttore del Dium e i linguisti dell’Ateneo udinese, Vincenzo Orioles, Francesco Costantini e Raffaella Bombi; Rosi Simeoni, responsabile di Bella Italia.

La cerimonia di chiusura, con la consegna degli attestati, si svolgerà all’Università, giovedì 6 settembre, alle 9.15 nella sala Gusmani di palazzo Antonini, a Udine (via Petracco 8), alla presenza del prorettore dell’Università di Udine, Roberto Pinton, della presidente della Società Italiana di Glottologia, Raffaella Bombi, dei rappresentanti di Bella Italia e dei componenti del Consiglio direttivo, Giancarlo Schirru, Antonietta Marra, Luca Lorenzetti e Alessandro Parenti.

I docenti che quest’anno svolgono le attività didattiche sono: Ignasi-Xavier Adiego (Universitat de Barcelona), Le lingue sabelliche; Francesca M. Dovetto (Università di Napoli Federico II), Alle origini della Sprachwissenschaft: tra manuali e teoria linguistica; Marco Mancini (Sapienza, Università di Roma), Linguistica storica e Filologia testuale; Franca Orletti (Università di Roma Tre), Introduzione alla linguistica interazionale.

«Il progetto della Scuola, ideato e iniziato da Roberto Gusmani e portato avanti con tenacia e passione da Vincenzo Orioles con il sostegno convinto e duraturo della comunità scientifica – ricorda Raffaella Bombi, presidente della Società Italiana di Glottologia e docente di linguistica all’Ateneo udinese – ha fatto sì che il corso della SIG diventasse anche in questo momento di concorrenza con altre iniziative scientifiche e formative un punto di riferimento ineludibile sul piano nazionale e ormai ben affermato anche sul piano internazionale. Di tale impegno, la Società è grata ai linguisti della scuola udinese e all’Ateneo, organizzatore di 37 delle 43 edizioni. Anche quest’anno la SIG ha voluto mettere a disposizione tre borse di studio per tre Corsisti meritevoli».

«Il corso – dice Andrea Zannini, direttore del Dium – è strettamente legato alla costante azione formativa della scuola dei linguisti udinesi, sempre attenta a rendere disponibili opportunità di crescita scientifica e professionale alle figure in formazione affinché abbiano modo di misurarsi con le diverse anime della linguistica».

Potrebbero interessarti anche...