‘Seawatch nel mare in tempesta verso Italia ma, per Salvini è “una provocazione”. Intanto il tribunale dei ministri, ha richiesto l’autorizzazione a procedere in giudizio contro di lui

Il ministro Matteo Salvini annuncia che la nave olandese Sea Watch sta facendo rotta verso l’Italia e sbotta: «Ennesima provocazione in vista». «Dopo aver sostato per giorni in acque maltesi – dice Salvini – la nave olandese Sea Watch3 con 47 a bordo si sta dirigendo verso l’Italia. Ribadisco che la nostra linea non cambia, né cambierà. Nessuno sbarcherà in Italia. Pronti a mandare medicine, viveri e ciò che dovesse servire ma i porti italiani sono e resteranno chiusi».  L’ennesimo altolà del vicepremier arriva all’indomani dell’appello a Bruxelles perché coordini le operazioni di soccorso alla Sea Watch che secondo Salvini doveva attraccare a Malta con l’aiuto delle autorità olandesi e, appunto, il coordinamento dell’Europa. Intanto però arriva la notizia che il tribunale dei ministri, contraddicendo la richiesta motivata di archiviazione della procura della Repubblica del capoluogo etneo, ha richiesto l’autorizzazione a procedere in giudizio nei confronti del ministro dell’Interno Salvini per il caso Diciotti. La notizia è stata diffusa da fonti del Viminale. Il tribunale dei ministri è una sezione speciale dei tribunali dedicata ai reati commessi dai ministri e dal presidente del consiglio durante l’esercizio delle loro funzioni.

Potrebbero interessarti anche...