Sequestro cautelativo per la discoteca Dalì di Cervignano. Trovate oltre 1000 persone in sala che ne conterrebbe in sicurezza solo 200

Prosegue l'attività di controllo e monitoraggio dei locali pubblici da parte della Questura di Udine. A finire nei guai è stato ora un locale di Cervignano, il club Dalì, che è stato posto sotto sequestro preventivo a seguito di un controllo effettuato dalle forze dell'ordine nella notte tra sabato 21 e domenica 22 gennaio. All'operazione oltre alla polizia amministrativa hanno partecipato anche i carabinieri di Cervignano e la Guardia di finanza di San Giorgio di Nogaro. Il club in questione è una discoteca, evidentemente alla moda, se a fronte di una capienza autorizzata di 200 persone, le forze nell'ordine ne hanno trovate nel locale ben 1.060. Per la precisione 1033 avventori, più 27 persone  al lavoro. Lo ha reso noto in una conferenza stampa svoltasi in questura a Udine la polizia di stato che ha spiegato che oltre al superamento, non certo lieve,  delle presenze,  sono anche stati identificati anche una cinquantina di minorenni ai quali l'ingresso dovrebbe essere vietato. Insomma una bella gatta da pelare per la titolare del locale, una donna di San Giorgio di Nogaro che è stata denunciata alla Procura per la violazione dell'articolo 681 del codice penale. In realtà il superamento dei limiti non è solo un vezzo burocratico ma è commisurato agli standard di sicurezza della struttura.

Potrebbero interessarti anche...