Sinistre di Opposizione aderiscono allo Sciopero Generale indetto dall’Unione Sindacale di Base

Il Coordinamento delle Sinistre di Opposizione (Partito Comunista Italiano , Partito della Rifondazione Comunista, Partito Comunista dei Lavoratori, Potere al Popolo, Sinistra Anticapitalista) del FVG aderisce allo sciopero generale nazionale indetto per domani – mercoledì 25 Marzo dall’Unione Sindacale di Base per difendere la salute e le condizioni di vita dei lavoratori e delle lavoratrici nel nostro Paese ed in Friuli Venezia Giulia in particolare. In un comunicato il Coordinamento invita tutti i lavoratori e le lavoratrici a parteciparvi ed auspica che l’adesione a tale sciopero vada oltre la adesione alla specifica sigla sindacale, così come sta avvenendo in alcune parti del paese, per dimostrare una volontà unitaria del mondo del lavoro.

"A fronte di un continuo inasprimento dei controlli e delle pene verso i comportamenti individuali dei singoli cittadini considerati rischiosi per la salute pubblica, si legge nella nota, si assiste infatti in queste ore ad un continuo annacquamento del decreto governativo del 22 marzo sotto la pressione di Confindustria.  Allo stato attuale infatti nel nostro Paese risultano ancora aperte il 40% delle aziende e risultano movimentarsi ogni giorno una massa di 12 milioni di persone: a nessuno può sfuggire quanto ciò metta a rischio la salute dei lavoratori e delle lavoratrici, nonchè di tutta la popolazione". Nell’invitare alla massima adesione allo sciopero di domani,si legge ancora nella nota, ribadiamo che  “la nostra salute vale più dei loro profitti”. Il Coordinamento invita tutti i lavoratori e le lavoratrici a parteciparvi ed auspica che l’adesione a tale sciopero vada oltre la adesione alla specifica sigla sindacale, così come sta avvenendo in alcune parti del paese, per dimostrare una volontà unitaria del mondo del lavoro".