Stato-Regione: Shaurli PD, niente di nuovo da Fedriga

"Davvero niente di nuovo sotto al sole, niente di concreto per imprese e cittadini, nessuna proposta per il futuro. Solo il piacere di incontrare i rappresentanti della commissione Paritetica con il presidente Peroni". È il giudizio del segretario regionale Pd Fvg Cristiano Shaurli su quanto emerso dalle comunicazioni del presidente della Regione Massimiliano Fedriga al Consiglio regionale, nel corso della seduta dedicata all'incontro con la commissione Paritetica Stato-Regione.
"Oltre alle solite richieste di fondi ed ai richiami all’unità sui temi della specialità e autonomia che il Pd ha dimostrato nei fatti e non a parole - rileva Shaurli - sono arrivati almeno i primi riconoscimenti al Governo, sull'apertura a un ulteriore miliardo alle Regioni speciali e sulle risorse già arrivate per sanità ed emergenza".
Il segretario evidenzia inoltre "alcuni veri e propri scivoloni, come il fastidio per le risorse che lo Stato ha dato direttamente ai nostri Comuni anziché darli a 'mamma' Regione, che invece alle nostre amministrazioni ad oggi ancora non ha dato nulla. Oppure la critica alla burocrazia statale, senza una parola per quella regionale che non è da meno, come dimostrano i ritardi sulla Cig".
"Il Pd e’ in campo - aggiunge Shuarli - se finalmente si vorrà mettere in campo un progetto di rilancio della nostra specialità, ad oggi completamente assente, capace certo di ridiscutere patti finanziari e difficoltà di bilancio ma anche nuove competenze, nuovi margini di autonomia. Serve un nuovo coraggio nell’essere attori del futuro del nostro territorio, cosa - conclude - davvero lontana se pensiamo oggi a ciò che accade su multiutility o derivazioni idroelettriche".