Studenti iracheni a Udine per la summer school organizzata dall’Ateneo in accordo con la Nawroz University

Si chiude sabato 1 settembre a Udine la summer school “ISD – Introducing to spatial database”, rivolta a studenti dell’Università friulana e della Nawroz University di Duhok (Kurdistan, Iraq). Dedicata al mondo dei database relazionali, la scuola nasce, infatti, come progetto nell’ambito del memorandum d’intesa sottoscritto dai due atenei di nel marzo 2017, volto a instaurare una collaborazione nei settori della didattica, della ricerca e dello scambio di studenti e docenti. La scuola è organizzata dai Dipartimenti Politecnico di ingegneria e architettura (DPIA) e di Scienze matematiche, informatiche e fisiche (DMIF) dell’Università di Udine con il CISM – Centro internazionale di Scienze meccaniche di Udine.

Gli studenti che hanno aderito all’iniziativa sono 25, di cui 14 selezionati fra corsi di studi di Architecture, Computer and communication engineering e Computer Science della Nawroz University e 11 dell’Università di Udine, dei corsi in Ingegneria civile, Ingegneria per l’ambiente e il territorio e Conservazione dei beni culturali. Con i ragazzi iracheni, anche la pofessoressa Layla Rawsol, preside del College of Engineering e preside pro-tempore del College di Computer Sciences.

«Questa summer school – dice la coordinatrice Anna Frangipane, docente del Dpia – rappresenta un’importante occasione di conoscenza e scambio per gli studenti e i docenti coinvolti. Si tratta di uno dei primi corsi dell’ampio programma UniUd-CISM 2018-2019, realizzato grazie alla collaborazione avviato con il CISM. Inoltre, nell’ambito dell’accordo con Duhok, durante la settimana di svolgimento della scuola si sono tenuti e sono stati programmati incontri per l’implementazione dell’accordo stesso. Si è ragionato – anticipa Frangipane – su una possibile collaborazione per l’avvio di un Master of Science (MSc) o di un Dottorato di ricerca (PhD)».

La summer school “ISD – Introducing to spatial database” (27 agosto – 1 settembre) si è svolta nella sede del CISM per la parte delle lezioni teoriche e nel polo scientifico dell’ateneo di Udine per le attività di laboratorio informatico. La scuola si è svolta in tre fasi. La prima, un’introduzione di base al mondo dei database relazionali, con una descrizione della progettazione concettuale dei database, necessaria per modellare in modo efficiente gli scenari del mondo reale. La seconda fase ha riguardato i sistemi informativi geospaziali (GIS). Infine, ci si è concentrati su quattro casi di studio sull’uso dei database spaziale applicati applicazioni all’ingegneria, all’ambiente e ai beni culturali.

Potrebbero interessarti anche...