Su Onde Furlane una trasmissione speciale per la Giornata europea delle lingue

Da diciotto anni a questa parte quella 26 settembre è una giornata particolare. Si tratta della Giornata europea delle lingue, istituita nel 2001 per iniziativa del Consiglio d'Europa e con il patrocinio dell'Unione europea, allo scopo di creare un'occasione specifica per condividere conoscenza e coscienza in merito all'importanza della diversità linguistica, come patrimonio, diritto e opportunità per tutti.

Incoraggiare le persone di tutte le età ad imparare e ad usare più lingue, perché è utile sia dal punto di vista socioeconomico sia in termini culturali ed educativi e perché costituisce un vantaggio competitivo in campo professionale e una grande risorsa per costruire una società più coesa, più rispettosa, più giusta e più umana, è un obiettivo da perseguire sempre e dovunque. Ciò vale in particolare per l’Europa che è e soprattutto vuole essere “unita nella diversità”.

In Friuli, terra naturalmente multilingue dove però, per ragioni storiche e politiche la diversità linguistica è stata spesso considerata più un problema che una ricchezza e una risorsa, con l'effetto della stigmatizzazione e della minorizzazione di friulano, sloveno e tedesco e di coloro che nell’uso di queste lingue riconoscono almeno una parte di sé e del loro rapporto con gli altri, la Giornata europea delle lingue è stata celebrata sempre con iniziative diffuse sul territorio e legate a doppio filo con le specificità delle comunità locali e con gli obiettivi generali di promozione del plurilinguismo nelle sue diverse dimensioni, tra lingua di grande comunicazione, lingue di minoranza e lingue di migrazione.

Radio Onde Furlane non si discosta da questa tradizione neppure quest’anno e dedica alla Giornata europea delle lingue un’iniziativa particolare, con il duplice scopo di celebrare questa ricorrenza e di approfondirne contenuti e finalità.

L’appuntamento è fissato per le 13.30 del 26 settembre, sulle frequenze della “radio libare dai furlans” (90Mhz per la maggior parte del Friuli, 90.2 Mhz in Carnia) e in rete, in streaming all'indirizzo www.ondefurlane.eu, con una trasmissione speciale, condotta e curata da Marco Stolfo, in cui si parlerà di plurilinguismo ed Europa, politiche linguistiche e cittadinanza multiculturale.

Nel programma sono previsti gli interventi di esperti e esponenti delle istituzioni quali Sixto Molina, capo del Segretariato della Carta europea delle lingue regionali o minoritarie del Consiglio d'Europa, Sabrina Rasom, vicepresidente del NPLD (Rete europea per la promozione della diversità linguistica), Vicente Climent-Ferrando, ricercatore dell'Università Pompeu Fabra di Barcellona e del consorzio MIME (Mobility and Inclusion in a Multilingual Europe), Gabriele Iannaccaro, che insegna linguistica all'Università di Milano Bicocca e all’Università di Stoccolma, e Michele Gazzola, ricercatore dell'Università Humboldt di Berlino.

Radio Onde Furlane può essere ascoltata anche con tutti i dispositivi mobili grazie all'apposita App, che può essere scaricata gratuitamente da internet.