Suns Europe in tour in tutto il Friuli.

Anche quest’anno Suns Europe - festival delle arti in lingua minorizzata organizzato dalla cooperativa Informazione Friulana, editrice di Radio Onde Furlane, col sostegno finanziario della Regione Autonoma Friuli-Venezia Giulia, dell'ARLeF - Agjenzie Regjonâl pe Lenghe Furlane, del Comune di Udine, della Fondazione Friuli e la collaborazione dell'Istituto Basco Etxepare e di numerosi soggetti pubblici e privati, locali e internazionali – ha in programma un tour del Friuli! Oltre a Suns Friûl (il 24 luglio alle 21 in piazza Venerio a Udine) e al Concertone (il 31 luglio, alle 21, nel piazzale del Castello, al Teatrone in caso di maltempo), entrambi a ingresso gratuito ma con prenotazione obbligatoria su https://www.sunseurope.com/fur/prenotazion/, sono in programma altri sette concerti, in altrettante località!

IL 21 LUGLIO - Saranno le galiziane Caamaño & Ameixeiras a inaugurare le serate in musica mercoledì 21 luglio, alle 21, a Casa Candussi Pasiani, in piazza Garibaldi, a Romans d'Isonzo. Organettista la prima, violinista la seconda, sono attive dal 2018. In nemmeno tre anni questo duo ha già dato un numero impressionante di concerti in Galizia e nel resto d’Europa. Dotate di una straordinaria preparazione tecnica e strumentale Sabela e Antía sono capaci di rivisitare il repertorio folk tradizionale con grande freschezza ed energia. Ingresso gratuito, prenotazioni: https://www.sunseurope.com/fur/caamano-ameixeiras-galicia/

IL 22 LUGLIO – Suns Europe si sposterà nell’area festeggiamenti di Lusevera (in collaborazione con Festa dell’emigrante), il 22 luglio alle 21, dove è in programma un doppio concerto. Prima a salire sul palco saranno le galiziane Caamaño & Ameixeiras, poi spetterà a Felix Lalù (Ladinia anaunica). Le sue liriche politicamente scorrette e i suoi ritornelli martellanti sono una spina nel fianco per la placida scena musicale delle valli ladine. Il suo ultimo lp “No hablo ladino” è il primo lavoro discografico a essere interamente cantato della varietà di origine ladina della Val di Non. Ingresso gratuito, prenotazioni: https://www.sunseurope.com/fur/caamano-ameixeiras-felix-lalu/

IL 23 LUGLIO - Venerdì 23 luglio, ancora alle 21, (in collaborazione con Associazione Amîs da Mont Quarine), il Festival delle arti in lingua minorizzata si sposterà a Cormons. All’esterno della Cantina produttori Cormons, in via Vino della Pace 31 (all'interno in caso di maltempo) si prevede una serata da non perdere all’insegna di un’incredibile commistione di lingue e generi. Si comincerà con gli Ezpalak, uno dei gruppi più potenti della già grintosa scena musicale basca. La band ha pubblicato due album con un’identità sonora molto precisa fatta da chitarre enormi, psichedelia, noise e riffs da pugno nello stomaco. A seguire a esibirsi saranno gli Orko Trio, un gruppo di jazzisti bisiachi dall’animo punk che per l’occasione incontreranno il blues dei Colli Orientali di Fabian Riz, per uno dei connubi più bizzarri ed eccitanti che la musica friulana ricordi. Un vigoroso frullato di jazz, funk, psych, hardcore, nuove esplorazioni e poesia. “Un cuartin di neri e une bussade tal mieç dai voi”. Ingresso gratuito, prenotazioni: https://www.sunseurope.com/fur/ezpalak-pais-basc-e-orko-trio-e-fabian-riz-friul/

IL 25 LUGLIO – “Un duo con i piedi piantati nella campagna friulana e il cervello proiettato nell’iperspazio…” Marco D’Orlando e Laura Giavon sono due fra i più talentuosi esponenti della nuova generazione jazz e improvvisativa della nostra regione. Questo duo dimostra come la tradizione popolare si possa e si debba manipolare senza timore reverenziale, sperimentando con intelligenza e ironia. E sono proprio loro, i Drumlanduo, che domenica 25 luglio, alle 21 saranno protagonisti del primo dei due concerti in programma ad Artegna. A seguire ci sarà l’eclettica Dania O Tausen (Isole Fær Øer). Ingresso gratuito, prenotazioni: https://www.sunseurope.com/fur/drumlanduo-friul-e-dania-o-tausen-foroyar/

IL 26 LUGLIO – Lunedì 26 luglio, tutti alla Corte Casa della Musica di Pozzuolo del Friuli, per ascoltare Dania O. Tausen (Isole Fær Øer), una giovanissima cantautrice e poetessa dotata di una prorompente personalità artistica. L’universo sperimentale e bizzarro di Dania strizza l’occhio al cantautorato elettronico e low-fi, caratterizzato dalla scelta di esprimersi nella propria lingua con convinzione e orgoglio. Ingresso gratuito, prenotazioni: https://www.sunseurope.com/fur/dania-o-tausen-foroyar/

IL 30 LUGLIO – Nuovo mix esplosivo quello in programma per venerdì 30 luglio, alle 21, nella Corte di via Canonica 25, a Lavariano (in caso di maltempo all'auditorium, in piazza S. Paolino). Lì sono attesi i Land of Maybe e Daniela Pes & Mario Ganau (Sardegna). Il primo è un gruppo proveniente dalle gelide e incantevoli isole Fær Øer. “Glotti”, il loro album di debutto è stato pubblicato appena 6 mesi fa, ma tradisce un suono sorprendentemente maturo e ricercato. Le pop songs dei Land of Maybe sono tinte dai caldi colori del jazz nordico più raffinato. Sospesa tra la tradizione sarda, l’elettronica e il folk, Daniela Pes è una delle voci più originali della musica sarda contemporanea. Lanciata alla ribalta dalla vittoria al Premio Andrea Parodi e dalla partecipazione a Musicultura nel 2018, Daniela salirà sul palco assieme al pianista Mario Ganau per una manciata di incantevoli ballate dal sapore electro-acustico al di fuori dello spazio e del tempo. Ingresso gratuito, prenotazioni: https://www.sunseurope.com/fur/land-of-maybe-foroyar-daniela-pes-sardegne/

IL 1° AGOSTO - Suns Europe chiuderà quest’anno sempre all’insegna della musica e lo farà a Fagagna nell’ambito del Festival Art Tal Ort (domenica 1° agosto, alle 22.45, sulla Mont dai pins) con il concerto dei Liher, gruppo basco fra i più popolari della scena musicale in Euskal Herria porta in scena la voce ora morbida e ora tagliente di Lide Hernando che si appoggia con grande personalità sulle nervose chitarre dei Liher. Il loro ultimo album “Hemen Herensugeak Daude” è un concept di denuncia su violenza e sessismo. Le prevendite sono disponibili qui: www.artalort.it

CINEMA – Suns Europe 2021 aprirà però con il cinema, in collaborazione con il CEC – Centro Espressioni Cinematografiche. E lo farà con un autore già noto al suo pubblico: Stefano Giacomuzzi che presenterà il suo “Pozzis Samarcanda” il 20 luglio (già sold out!), all’arena del parco Loris Fortuna, in piazza Primo Maggio, a Udine. Seguiranno “Bogre” (Occitania), il 28 luglio, alle 20 e la pellicola basca “Ane”, il 29 alle 20.30, entrambi al Visionario. Tutte e tre le proiezioni saranno a pagamento, info su http://visionario.movie/.

LETTERATURA – Il Paese Basco sarà protagonista anche in uno degli appuntamenti di letteratura in programma il 27 luglio. Alle 18, alla libreria Tarantola di Udine, dove Cira Crespo, accompagnata da Carlo Puppo, presidente della cooperativa Informazione Friulana, presenterà il suo “Baginen. Euskal Herriko Historia Emakumeen Bitzartez”. In serata, alle 21, in piazza a Moruzzo (in caso di maltempo all’auditorium “Riedo Puppo”), è invece in programma un confronto dedicato alla poesia trobadorica e alla sua influenza sulle letterature romanze (“Ieu … que plor e vau cantan. Trobadors, i maestri occitani di Dante”) animato da Angelo Floramo e dal ricercatore occitano Andrea Giraudo e moderato da Marco Stolfo.

SUNS EUROPE – Il Festival delle arti in lingua minorizzata è organizzato dalla cooperativa Informazione Friulana, editrice di Radio Onde Furlane col sostegno finanziario della Regione Autonoma Friuli-Venezia Giulia, dell'ARLeF - Agjenzie Regjonâl pe Lenghe Furlane, del Comune di Udine, della Fondazione Friuli e l sostegno dell'Istituto Basco Etxepare. Inoltre si avvale della collaborazione di numerosi soggetti pubblici e privati quali i Comuni di Artegna, Cormons, Fagagna, Lusevera, Mortegliano, Moruzzo, Pozzuolo del Friuli e Romans D’Isonzo, il CEC Centro Espressioni Cinematografiche, l’associazione Amîs de Mont Quarine, il festival Art tal Ort, la Festa dell’Emigrante di Lusevera, la Società Filarmonica di Pozzuolo del Friuli, il Liberatorio d’Arte “Zonch” e le associazioni Babel (Sardegna), Lou Seriol (Occitania), Indian Runners (Paesi Catalani), La Grenz (Ladinia), Stichting REUR (Bassa Sassonia), Il Cantiere e Inniò (Friuli). Suns Europe ha il merito di trasformare il Friuli in un crocevia di culture, lingue e artisti, creando contaminazione e confronto, dando spazio a una produzione artistica di assoluto valore.

Tutto il programma e le info sono su www.sunseurope.com e sulla pagina Facebook | Instagram |